Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

IL CONTEST

Il Premio Gaetano Marzotto entra nel vivo, più di 600 partecipanti

Stabili le candidature al bando Company Prize, con oltre 200 application da parte di Pmi innovative. Cresce invece la partecipazione delle startup: più di 400 le idee presentate. In palio ci sono 2 milioni e mezzo di euro e 32 percorsi di affiancamento con la rete di incubatori e parchi scientifici e tecnologici

22 Mag 2018

Giorgia Pacino

Oltre 600 idee inviate, 2 milioni e mezzo di euro in palio, 32 percorsi di affiancamento con i partner del progetto. Sono i numeri dell’ottava edizione del premio Gaetano Marzotto dedicato all’innovazione made in Italy.

Ben 616 i progetti inviati, tra Company Prize e Company Idea Prize. Stabili le candidature al bando Premio per l’impresa, dedicato alle società costituite con un fatturato di almeno 100 mila euro o un partner finanziario o industriale: i numeri sono gli stessi della passata edizione, con oltre 200 application da parte di PMI innovative. Cresce invece la partecipazione delle startup. “C’è stata un’esplosione delle proposte di aziende nella loro prima fase di sviluppo, con oltre 400 idee”, spiega Cristiano Seganfreddo, direttore di Progetto Marzotto. “Significa che abbiamo voglia di innovazione a tutti i livelli. Il Paese cerca di farcela in ogni modo, dal basso e con una spinta tecnologica. Sono segnali molto positivi che vanno sostenuti. Chi vuol restare in Italia vuole rinnovare e vedere futuro. Il sistema dell’innovazione italiano è vitale e molto resiliente. Lo dimostrano le oltre 600 realtà che hanno applicato al Premio con un bando molto articolato e puntuale”.

I progetti presentati permettono di tracciare un’identikit del candidato tipo. L’imprenditore innovativo ha un’età media di 37 anni e sempre più spesso è donna. Le partecipanti al Company Prize sono salite al 59%, quelle che gareggiano per il Company Idea Prize al 44%. La Lombardia è la regione con più idee, seguono Emilia Romagna e Lazio. Molto attivi anche il Veneto per il Company Prize e la Sicilia per il Company Idea Prize. Bio/Med/Life Sciences/Health Care si conferma il settore con più progetti inviati. A seguire, Industry 4.0 ed Entertainment/Educational per il Company Prize. Agro/Food Tech, ICT/IOT Tech in testa per il Company Idea Prize.

Dopo la raccolta delle 616 application, parte ora la fase di screening. La selezione è affidata a cento valutatori, tra imprenditori, ricercatori, investitori e giornalisti. Anche CorCom fa parte della giuria. Toccherà a loro individuare i vincitori del montepremi di oltre 2 milioni e mezzo di euro, tra riconoscimenti in denaro e mentorship, per le 15 categorie di concorso. Giovedì 28 giugno alla Microsoft House di Milano, il network incubatori e parchi scientifici e tecnologici, capitanato da Italia Start Up, annuncerà i vincitori dei 32 percorsi di affiancamento da parte dei partner. Il 25 ottobre la Finale Corporate Fast Track, dedicata ai percorsi di open innovation, sempre a Milano. Per concludere la manifestazione a Roma, il 22 novembre, con l’assegnazione degli Special Prize, del Company Prize e del Company Idea Prize. Ai vincitori andranno rispettivamente 300 mila e 50 mila euro da parte dell’associazione Progetto Marzotto.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

P
Premio Gaetano Marzotto

Articolo 1 di 5