Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

INNOVAZIONE

Il soccorso stradale? Si farà via app. In Italia la “rivoluzione” targata Waze

Il servizio, già attivo nel nostro Paese, è reso possibile grazie all’intesa con Allianz Partners. È disponibile 24 ore al giorno, 7 giorni su 7 anche per chi non è cliente del gruppo assicurativo. Basta scaricare la app sullo smartphone e cliccare sull’icona Sos Soccorso stradale

18 Lug 2018

Macchina guasta o ferma sul ciglio della strada? Per ricevere soccorso basta un’app. È una forma di assistenza stradale on-demand quella nata dalla partnership tra Allianz Partners, specialista in soluzioni di assistenza e assicurazione, e Waze, app di navigazione da 100 milioni di utenti nel mondo.

Le due società uniscono le forze per lanciare un servizio dedicato a 22 milioni di utenti europei. Chi è già cliente Allianz potrà aggiungere il servizio alla sua polizza, ma anche chi non è già assicurato con il gruppo potrà usufruire del soccorso stradale pagando il singolo servizio. Gli automobilisti avranno così la possibilità di accedere all’assistenza stradale fornita in tempo reale attraverso il marchio commerciale Allianz Global Assistance. Basterà cliccare sull’icona Sos Soccorso Stradale all’interno dell’app Waze, per ricevere assistenza dalla centrale operativa. I Wazer, gli utenti dell’app di navigazione, saranno assistiti ovunque, 24 ore al giorno e 7 giorni su 7, in caso di guasto, foratura o batteria scarica.

“Questa partnership paneuropea con Waze rappresenta per noi un’ulteriore conferma della nostra leadership nei servizi di assistenza ‘high tech – high touch’, creati sfruttando le potenzialità della rivoluzione digitale”, spiega Paola Corna Pellegrini, amministratore delegato di Allianz Partners in Italia. “Il nostro obiettivo è fornire servizi di mobilità ad alto valore aggiunto per i clienti dei nostri partner, garantendo una user experience semplice e quotidiana, includendo le nostre soluzioni nell’app Waze”.

In Europa sono più di 624 mila le segnalazioni relative ad auto ferme in carreggiata o a bordo strada, 137 mila riguardano pericoli e 12.700 incidenti. Entro la fine dell’anno la collaborazione tra Allianz Partners e Waze sarà attiva, secondo un calendario progressivo, in 20 Paesi: Francia, Italia, Grecia, Regno Unito, Turchia, Russia, Olanda e Belgio, Portogallo, Spagna, Ucraina, Romania, Slovacchia, Ungheria, Polonia, Austria, Repubblica Ceca, Svizzera, Irlanda e Germania.

“Waze è un’app basata interamente sulla più grande community di automobilisti al mondo e grazie al crowdsourcing supporta quotidianamente i conducenti anche nei momenti di bisogno”, sottolinea Dario Mancini, country manager di Waze. “Il nostro obiettivo è quello di accompagnare i nostri utenti a destinazione nel più breve tempo possibile e soprattutto in totale sicurezza. Per questo motivo abbiamo reso le nostre possibilità di assistenza stradale ancora più complete in tutta Europa, offrendo un supporto professionale a tutti i Wazer grazie alla nostra partnership esclusiva con Allianz Partners”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5