Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

L'INIZIATIVA

Immobiliare “all digital”, via alle compravendite da remoto

Virtual tour e procedimenti burocratici da remoto per l’applicazione lanciata dalla startup Casavo. Anticipato il lancio, previsto fra qualche mese, per consentire al mercato di reggere all’impatto dell’emergenza Coronavirus

24 Mar 2020

L. O.

Si trasforma il mercato immobiliare in tempi di Coronavirus. La startup Casavo lancia la app per l’instant buying che consente la compravendita di case senza necessità di visite fisiche da parte del potenziale acquirente.

Disponibile gratuitamente da oggi sugli store Apple e Google, l’app al momento sarà utilizzabile dai privati che desiderano vendere il proprio immobile a Casavo, ma già a inizio aprile verrà rilasciata una versione con ulteriori funzioni che potrà essere utilizzata anche dalle agenzie immobiliari partner, aumentando così il supporto in periodo di emergenza Covid-19 che impedisce le visite degli immobili.

Chi è invece alla ricerca di una casa da acquistare può visitare il sito di Casavo e navigare, sempre da remoto, gli immobili in vendita tramite virtual tour.

Via alla visita dell’immobile da remoto

“Dopo aver effettuato la valutazione del proprio immobile sul sito di Casavo – spiega il Chief Product Officier, Fausto Maglia – si verrà contattati da Casavo per fissare un appuntamento per la visita da remoto”. Nella seconda fase il venditore potrà accedere all’app inserendo il numero di cellulare fornito sul sito in fase di valutazione e confermare l’appuntamento. Nella afase successiva, attraverso il proprio smartphone il venditore utilizzerà la telecamera frontale per mostrare la propria casa a un esperto di Casavo. Una volta terminata la visita virtuale, verrà effettuata un’analisi delle caratteristiche dell’immobile per poi ottenere un riscontro in merito all’acquisto dell’immobile da parte di Casavo nel giro di qualche giorno.

“Stiamo lavorando allo sviluppo di questa app da diverso tempo e il lancio era previsto per i prossimi mesi – dice Giorgio Tinacci, Ceo di Casavo –. In considerazione dell’attuale situazione di emergenza, abbiamo accelerato la fase di sviluppo per lanciare ora sul mercato una versione beta dell’app. Il nostro servizio è pensato per risolvere i disagi e le criticità del servizio di compravendita tradizionale: questo è un altro passo in avanti verso la semplificazione, che nel momento storico attuale acquisisce ulteriore importanza”.

L’identikit di Casavo

Fondata a settembre 2017 da Tinacci, la startup ha raccolto oltre 100 milioni di euro di capitale, risultando la startup più finanziata in Italia nel 2019 e quella ad aver raccolto più capitale nei primi due anni di attività. Ad oggi ha effettuato oltre 450 acquisizioni immobiliari, per un valore di 120 milioni di euro, mentre il team è cresciuto fino a oltre 100 persone e più di 1.000 agenzie immobiliari hanno aderito al network Casavo a Milano, Roma, Torino, Firenze, Bologna e Verona.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Personaggi

G
giorgio tinacci

Aziende

C
casavo

Approfondimenti

A
app compravendita
M
mercato immobiliare

Articolo 1 di 5