GENDER GAP

Imprenditrici a prova di futuro, via al contest GammaDonna. Riflettori sul Women Startup Award

Si amplia il concorso rivolto a donne innovatrici, che quest’anno vede scendere in campo anche Intesa Sanpaolo e Commissione Ue. Le storie selezionate approderanno in Tv su Qvc e Sky

23 Giu 2021

L. O.

Premio GammaDonna square

Contrastare il gender gap in campo socio-economico attraverso la valorizzazione dell’iniziativa imprenditoriale femminile. E’ l’obiettivo del Premio GammaDonna che torna con due novità: il Women Startup Award di Intesa Sanpaolo Innovation Center e una menzione speciale della Commissione Europea per lo sviluppo sostenibile. Candidature entro il 31 luglio.

Lo scenario italiano del gender gap

Su 6 milioni di imprese in Italia, solo 1,3 milioni sono guidate da donne e meno di 154mila sono quelle giovanili, rispettivamente il 22% e il 2,6% del totale. Sono dati che rivelano “un incredibile spreco di talenti” – questa la definizione di Mario Draghi  – ma anche un grande potenziale inespresso che potrebbe diventare leva di sviluppo economico e sociale, cruciale per il rilancio post-pandemia.

WHITEPAPER
Sai come implementare una rivoluzione dell’IT che parte dai processi più profondi?
Digital Transformation
Software

“L’emergenza sanitaria ha messo drammaticamente in evidenza quanto oggi sia necessario un cambio di paradigma – spiega Valentina Parenti, Presidente GammaDonna – e le imprese innovative a trazione femminile sono un’occasione imperdibile per portare una diversa visione di sviluppo, più lungimirante e più attenta a sostenibilità e impatto sociale”.

Come funziona il contest

Le storie delle imprenditrici finaliste approderanno negli studi televisivi di Qvc per lo “speciale” che sarà trasmesso in prime time sui social di Qvc e di GammaDonna, e sui canali televisivi 32 del digitale terrestre e 475 di Sky. Il retailer multimediale è partner di GammaDonna dal 2017 e anche quest’anno rinnova il suo impegno verso l’empowerment e il supporto all’imprenditoria femminile.

Ad affiancare le finaliste anche la Menzione Speciale per lo sviluppo sostenibile della Commissione Ue, partner istituzionale di GammaDonna.

I premi in palio

Il premio è destinato a imprenditrici che si siano distinte per aver innovato con prodotti o servizi, processi o modelli organizzativi nuovi all’interno della propria azienda, costituita prima del 1° gennaio 2019. Le candidature che entreranno in “short-list Fab40” avranno visibilità e uno spazio sulla piattaforma GammaDonna.

Le 6 finaliste, selezionate da una giuria composta da esperti di innovazione, esponenti del mondo imprenditoriale e investitori,  saranno protagoniste dello Speciale TV registrato negli studi di Qvc Italia e trasmesso a novembre.

In palio un 1 mini-documentario sulla storia di innovazione imprenditoriale; interviste e uscite sui principali media nazionali; la partecipazione al talk-show di empowerment femminile Qvc After Show; un Master della 24Ore Business School; 6 mesi di Business Membership in PoliHub – Innovation District & Startup Accelerator di Politecnico Milano; un training per partecipare al processo di screening del Comitato di Angels4Women per accedere a un investimento tra i 100 e i 500K.

Tra le candidature pervenute saranno inoltre assegnati 2 Award: il Women Startup Award – powered by Intesa Sanpaolo Innovation Center – premierà la startupper più innovativa in ambito Smart city, Smart mobility, Life Science, Healthcare & Medical Devices, Bioeconomy, Media, Entertainment & Gamification, Fashion, Agri-food tech, Cleantech, Energy.

La startup dovrà aver completato almeno un seed round. L’adozione di principi di economia circolare e/o Esg rappresenterà un plus nella valutazione finale. Oltre ad essere protagonista dello Speciale TV e di 1 mini-documentario, la vincitrice si aggiudicherà un coaching con l’imprenditore seriale californiano e business angel Bill Barber, responsabile ufficio valutazione e accelerazione startup di Intesa Sanpaolo Innovation Center. Avrà inoltre accesso a un “Innovation Coffee”, con pitch al network nazionale e internazionale di Intesa Sanpaolo e a stakeholder dell’ecosistema dell’innovazione.

All’imprenditrice che si sia distinta nel campo della comunicazione on e offline è invece destinato il Giuliana Bertin Communication Award, riconoscimento di Valentina Communication, istituito in memoria della sua fondatrice.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 3