IL PROGETTO

In Francia la nuova factory Huawei: investimento da 200 milioni

Lo stabilimento sarà dedicato alla produzione di soluzioni 4G e 5G, per un valore stimato di circa un miliardo di euro l’anno, destinate prevalentemente al mercato europeo. Assunzioni per 500 addetti. Porte “aperte” a telco, governo e autorità

28 Feb 2020

D. A.

Huawei ha annunciato che costruirà una nuova fabbrica di soluzioni per le comunicazioni mobili in Francia. Una struttura altamente automatizzata – si legge in una nota dell’azienda – che sarà specializzata in apparecchiature 4G e 5G destinate principalmente a fornire clienti europei. Huawei sottolinea che essendo uno dei centri di produzione più avanzati al mondo, la Francia è dotata di infrastrutture industriali e di professionalità mature, oltre che di un posizionamento geografico ideale per la strategia commerciale del colosso cinese.

L’impatto del nuovo centro per la presenza di Huawei in Europa

L’investimento pianificato per la nuova struttura (acquisto del terreno, costruzione e installazione di macchinari) è di oltre 200 milioni di euro per questo nuovo impianto. Per la realizzazione, Huawei conterà sulla collaborazione di partner locali. L’impianto sarà dotato anche di un centro dimostrativo, che mostrerà come avviene la produzione delle stazioni base wireless, il caricamento del software e il processo di test. Il centro sarà quindi aperto a telco, governi e autorità, a dimostrazione dell’apertura di Huawei rispetto alla richiesta europea di sovranità digitale.

WHITEPAPER
Vita da CEO: quali sono gli strumenti necessari ai manager per vincere le sfide professionali
CIO
Digital Transformation

Come accennato, le apparecchiature di comunicazione wireless prodotte da questo impianto, che sarà in grado di coprire tutti i collegamenti lungo la catena del valore e di guidare le industrie locali sia a monte che a valle della filiera, verranno utilizzate principalmente in Europa. Dalle attività di ricerca e sviluppo alle vendite, passando per approvvigionamento, produzione, logistica, assistenza e sviluppo dei talenti, la struttura rappresenterà una delle prime implementazioni delle tecnologie produttive di Huawei nel Vecchio continente.

Il gruppo stima che il progetto darà vita a prodotti per un valore di un miliardo di euro all’anno e creerà direttamente 500 posti di lavoro, che si sommeranno agli oltre 12 mila dipendenti già impiegati in Europa.

@RIPRODUZIONE RISERVATA