LE RISORSE

Innovazione, il Mise stanzia 591 milioni extra per le imprese

Si aggiungono ai 500 milioni già previsti per gli accordi dal fondo complementare al Pnrr. Il ministro Giorgetti: “Agire con velocità è la via giusta per avvicinare la PA agli imprenditori che credono nel futuro”

28 Giu 2022

A. S.

giorgetti-mr-169-2021

Finanziare quanti più progetti possibile tra quelli presentati dalle imprese nell’Ambito degli Accordi per l’Innovazione. Con questo obiettivo il ministero dello Sviluppo economico ha incrementato di oltre 591 milioni la dotazione finanziaria originaria, pari a 500 milioni, messa in campo dal fondo nazionale complementare al Pnrr. A stabilire la nuova dotazione è il decreto appena firmato dal ministro Giancarlo Giorgetti, che dispone il rifinanziamento della misura a sostegno degli investimenti in ricerca e sviluppo industriale sul territorio nazionale. Il decreto, registrato dalla Corte dei conti, è in corso di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale.

La decisione arriva dopo che l’11 maggio, a poche ore dall’apertura dello sportello online per la presentazione delle richieste delle aziende, era stato raggiunto il limite massimo di agevolazioni concedibili, ed erano complessivamente entrate in graduatoria 340 domande.

Giorgetti – si legge in una nota del mise – aveva pertanto attivato la direzione incentivi del Mise che ha avviato da subito una ricognizione dei fondi disponibili, al fine di reperire ulteriori risorse in grado di soddisfare le richieste delle imprese e favorire così lo scorrimento dei progetti  ammessi alla fase di valutazione.

 “Agire con velocità per individuare soluzioni concrete e recuperare nuove risorse necessarie a finanziare misure che si sono dimostrate valide – sottolinea Giorgetti – è la via giusta per avvicinare la pubblica amministrazione agli imprenditori che hanno avuto coraggio di fare impresa e credere nel futuro”.

 Un secondo sportello relativo agli Accordi per l’innovazione, con una dotazione finanziaria di ulteriori 500 milioni di euro a valere sul Fondo nazionale complementare al Pnrr – conclude il comunicato – è in programma nel prossimo autunno.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 3