I RUMORS

Intel e la fabbrica di chip: solo il Veneto nella partita italiana?

Secondo Reuters sarebbe Vigasio la location scelta per la realizzazione dell’impianto produttivo nazionale. Nessun sito nel Piemonte e men che meno al Sud. Ma l’ultima parola spetterà al nuovo Governo

26 Set 2022

Mila Fiordalisi

Direttore

chip

Che fine ha fatto il piano Intel per l’Italia? Solo qualche giorno fa CorCom accendeva i riflettori sul dossier di cui si parla da mesi ma che fino ad oggi non ha sortito conferme e dettagli. Stando a quanto riferisce Reuters l’ufficialità sarebbe prossima, anche se con tutta probabilità sarà il Governo Meloni a fare propria l’iniziativa.

Riflettori sul Veneto

Vigasio, cittadina del Veneto, la location protagonista dell’impianto della chip company americana per l’Italia: un impianto per l’imballaggio e l’assemblaggio di semiconduttori, che stando a quanto annunciato mesi fa dovrebbe generare fino a 5mila nuovi posti di lavoro – 1.500 diretti e 3.500 dall’indotto – a seguito di un investimento attorno ai 5 miliardi o giù di lì. Sempre stando a indiscrezioni lo Stato si farebbe carico di un finanziamento fino al 40% Il via dei lavori sarebbe fra il 2025 e il 2027, quindi di là da venire.

WHITEPAPER
Banking&Insurance: inizia l’era dei servizi istantanei e customizzati. Rimani al passo
Amministrazione/Finanza/Controllo
Digital Transformation

Piemonte e Mezzogiorno: niente di fatto?

Se inizialmente si era parlato di più location per l’Italia a detta di Reuters il Piemonte sarebbe dunque stato escluso. Anche se il governatore Alberto Cirio non demorde e stando a fonti di stampa deitro al no comment ci sarebbe una strategia votata al “meno se ne parla più probabilità ci sono di portare a casa l’accordo”. Dalla partita – sempre stando a fonti stampa – escluso il Sud Italia nonostante gli appelli della politica locale e dei sindacati di questi mesi: Puglia e Sicilia le regioni in cui il dibattito è stato più acceso.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Aziende

I
intel

Approfondimenti

C
chip
G
governo meloni
S
semiconduttori

Articolo 1 di 5