L'INIZIATIVA

Intelligenza artificiale: bando da 4 milioni di euro per le applicazioni a vantaggio della comunità

Fondazione Compagnia di San Paolo e Fondazione Cdp sostengono i progetti di ricerca con impatto positivo sul territorio. Salute, green, assicurazione dai rischi e formazione i 4 focus

20 Dic 2021

Patrizia Licata

giornalista

intelligenza-artificiale_519560572

Fondazione Compagnia di San Paolo e Fondazione Cassa depositi e prestiti avviano la loro collaborazione con il lancio del bando intelligenza artificiale.  finalizzato a sostenere progetti di ricerca innovativi in grado di generare ricadute positive sul territorio in termini economici e sociali.

Il bando, promosso nel 2020 dalla Compagnia di San Paolo e rinnovato quest’anno grazie alla partnership con la Fondazione Cdp, mette a disposizione 4 milioni di euro da destinare a progetti che, grazie all’utilizzo dell’intelligenza artificiale, possano avere impatti in termini di innovazione e sostenibilità nei settori di salute e benessere; ambiente e transizione green; protezione e assicurazione dai rischi; educazione e formazione.

L’intelligenza artificiale che beneficia la comunità

Le quattro proposte progettuali che verranno selezionate – una per ogni singolo ambito – riceveranno un contributo da 1 milione di euro ciascuna e dovranno avere l’obiettivo di portare significativi benefici alla comunità, sia in termini economici che sociali, rispondendo ai bisogni dei territori, sperimentando soluzioni innovative e favorendo la collaborazione tra università, enti di ricerca, imprese e terzo settore.

WHITEPAPER
Vantaggi economici, flessibilità e scalabilità: perché scegliere il cloud oggi!
Cloud
Digital Transformation

I progetti potranno essere presentati in partnership da almeno sette soggetti: un capofila (uno degli Atenei convenzionati con la Compagnia di San Paolo – Università degli Studi e Politecnico di Torino, Università del Piemonte Orientale, Università degli Studi di Genova e Università Federico II di Napoli), un ente di valutazione, due partner di ricerca e sviluppo, almeno due partner territoriali (enti e imprese con sede in Italia) e un Node manager ( soggetto con competenze in ambito gestionale, economico e finanziario individuato dalla Compagnia di San Paolo e da Fondazione Cdp).

La manifestazione di interesse per partecipare al bando dovrà essere effettuata entro il 15 marzo 2022, mentre la domanda di ammissione dovrà essere presentata entro il 31 maggio 2022. Il testo integrale del bando è consultabile sul sito della Fondazione Compagnia di San Paolo e sul sito di Fondazione Cdp.

Un ponte tra scienza e industria

“Il lancio della seconda edizione del Bando intelligenza artificiale conferma il nostro interesse in un ambito strategico per il sostegno allo sviluppo del nostro Paese – anche in linea con quanto previsto dall’agenda europea, basti pensare al Digital Europe Programme o a Next Generation EU – e fondamentale per fornire risposta ad alcune delle sfide – sociali, ambientali, tecnologiche ed economiche – cui sono chiamate le fondazioni filantropiche”, ha dichiarato Francesco Profumo, presidente della Fondazione Compagnia di San Paolo. Insieme alla Fondazione Cdp “potremo rafforzare il nostro impegno nel costruire un ponte tra le competenze scientifiche, il sistema delle competenze delle scienze sociali e i bisogni espressi dai territori e dalle comunità, sostenendo l’interdisciplinarietà della ricerca e favorendone l’impatto applicativo”.

“Di fronte alle molteplici sfide che attendono l’Italia, Fondazione Cdp desidera fornire il proprio contributo nella promozione di iniziative ad elevato impatto sociale che sappiano far leva sugli asset strategici del Paese. La collaborazione con Fondazione Compagnia di San Paolo rientra in tale contesto e pone l’accento sull’importanza di sostenere l’approfondimento scientifico e la ricerca applicata nel campo dell’intelligenza artificiale in ambito sanitario, assicurativo, educativo e ambientale. Grazie alla partnership tra le due fondazioni, il bando metterà in connessione risorse, università e ricercatori su temi di importanza fondamentale per il futuro del Paese, con l’intento di massimizzare l’investimento e la ricaduta sui territori e di favorire al contempo uno sviluppo più armonico, innovativo e sostenibile”, ha dichiarato Giovanni Gorno Tempini, Presidente della Fondazione Cdp.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5