L'Asl di Matera spinge sull'Ict: avviati nuovi progetti di e-government - CorCom

L’Asl di Matera spinge sull’Ict: avviati nuovi progetti di e-government

Dalla scelta e revoca online del medico al ritiro telematico dei referti fino al blog per gli operatori. Il direttore generale Quinto: “Sfruttiamo le potenzialità della rete”

16 Nov 2015

Massimo Canorro

“Da anni la Basilicata porta avanti politiche per lo sviluppo dell’Ict, coerentemente con quelle che sono le direttive comunitarie e nazionali». Così Giuseppe Bernardo dell’ufficio amministrazione digitale del dipartimento programmazione e finanze della regione. A distanza di pochi mesi da queste dichiarazioni, la Basilicata continua nel suo percorso di crescita digitale, anche in ambito sanitario. Un esempio arriva dalla Asl di Matera, che ha avviato tre progetti di e-government, “per fornire servizi e risposte ai cittadini sfruttando le immense potenzialità di internet e dei device di ultima generazione”, spiega il direttore generale Pietro Quinto.

Si tratta per gli utenti della possibilità di scegliere e revocare online il medico di famiglia e il ritiro telematico dei referti; per gli operatori, di usufruire di un blog attraverso il quale confrontarsi. Da parte sua l’Asl di Matera ha attivato un link che permette al cittadino in possesso di firma digitale di accedere al portale (asmbasilicata.it) e, dopo aver effettuato l’autenticazione, trovare una semplice schermata indicante le possibili operazioni da effettuare: scelta e revoca del medico nonché l’opportunità di stampare il libretto sanitario.

Da alcuni mesi, poi, gli utenti che si recano in qualsiasi struttura aziendale possono optare (anziché tornare in ospedale o in ambulatorio, dove è facile incorrere in attese e file) per il ritiro telematico, scegliendo di ricevere o una password – che gli consente di visualizzare i risultati da qualsiasi computer – o un link sullo smartphone, dal quale accedere direttamente al proprio referto. Sottolineano dall’azienda che “la sperimentazione ha dato risultati positivi ed incoraggianti, posto che dei circa 85 mila utenti che hanno aderito, quasi la metà ha poi effettivamente visualizzato il proprio referto sullo smartphone o da un pc di casa, oppure si è recato in un qualsiasi ufficio distrettuale per farselo stampare”.

Infine l’Asl di Matera ha attivato un blog – dedicato ai medici di famiglia, pediatri di libera scelta e medici di continuità assistenziale – dove i professionisti possono pubblicare articoli, circolari, commenti e contenuti multimediali. “Un esempio di come una piazza virtuale di discussione, confronto e buone pratiche, possa diventare un’occasione di crescita professionale di tutti i protagonisti della sanità”, conclude Quinto.