L'EVENTO

La banca del futuro? E’ mobile, 5G e sfrutta l’intelligenza artificiale

Cloud, Ai e il nuovo standard mobile svolgeranno un ruolo chiave per abilitare i servizi che determineranno il successo delle istituzioni finanziarie nei prossimi anni. Ecco il punto di player di mercato e analisti al Global Fsi Summit 2020 organizzato da Huawei

12 Giu 2020

Domenico Aliperto

Web Banking

I servizi e i prodotti accessibili in mobilità saranno fondamentali per le banche del futuro. Di conseguenza, per supportare con successo la trasformazione digitale in un’ottica sempre più mobile, nuove architetture It e servizi come Cloud, Ai e 5G svolgono oggi un ruolo chiave. È questo il messaggio chiave emerso in occasione del Global Fsi Summit 2020, l’appuntamento che Huawei dedica all’industria mondiale dei servizi finanziari. L’edizione di quest’anno, svoltasi online il 10 e l’11 giugno, ha avuto come tema ‘Thrive Digitally in a Mobile Future’ ed è per l’appunto stata incentrata sulle modalità attraverso cui il mondo del Finance sposerà il tema della mobilità spinta. Le istituzioni e le imprese finanziarie (tra cui Shanghai Pudong Development Bank, China Construction Bank, Singapore Dbs Bank, Sberbank, Bbva, Isbank e Temenos) sono state invitate a condividere la loro esperienza e i loro suggerimenti per affrontare al meglio la nuova quotidianità affermatasi a seguito della pandemia da Covid-19 che ha visto un’accelerazione dell’uso del mobile e la valorizzazione delle realtà FinTech per assicurare la continuità aziendale e ridisegnare gli attuali modelli di servizi finanziari.

Una strategia mobile e digitale è essenziale per la banca del futuro

Huawei, si legge in una note, ritiene che la pandemia da Covid-19 abbia dato grande impulso all’adozione di processi e operazioni digitali nel settore finanziario. Inoltre sono stati riconosciuti sin da subito i benefici derivanti dall’applicazione delle nuove tecnologie per promuovere il passaggio al digitale. “Grazie a tecnologie come Cloud Computing, Big Data, Ai, 5G e altri prodotti e servizi Ict, il mondo FinTech potrà finalmente cogliere nuove opportunità e farsi portavoce della necessità di aggiornare il settore dei servizi finanziari. Pertanto abbiamo messo le nostre competenze trentennali a disposizione dei clienti, con l’obiettivo di fornire prodotti e soluzioni Ict competitivi trasversali a più industrie e lavorare insieme a vari partner, promuovendo così l’innovazione attraverso la collaborazione”, ha detto Peng Zhongyang, Director of the Board, President of the Enterprise Business Group, Huawei. “Siamo fortemente convinti che non solo le istituzioni finanziarie sono pronte a realizzare la propria rivoluzione digitale, ma anche che quando lo faranno avranno più probabilità di avere successo”.

Per un mondo sempre più smart, l’approccio ‘Mobile First’ è fondamentale per porre le basi per una strategia di business incentrata sui clienti delle istituzioni finanziarie. Jason Cao, President of Global Financial Services Business Unit, Enterprise Business Group, ha affermato: “Siamo convinti che il futuro del settore bancario ruoterà tutto intorno al mobile. Non è infatti applicabile solo all’interfaccia che si pone tra noi e il cliente, ma anche alle operazioni interne e alle collaborazioni con i partner. Tuttavia supportare questo business incentrato sui dispositivi mobili richiederà nuove architetture It e servizi basati su 5G, Ai e Cloud. Come leader tecnologico, Huawei è in grado di supportare a 360 gradi il passaggio al Cloud degli istituti finanziari, rendendo possibili nuove funzionalità di connessione e migliorando la loro flessibilità e capacità di innovazione”.

La trasformazione digitale delle banche in Cina

Nel corso degli ultimi dieci anni, Huawei ha acquisito una vasta esperienza a livello globale. Con particolare riferimento al mercato cinese, Huawei ha sviluppato competenze nel campo della trasformazione digitale delle banche più importanti con focus sulle app accessibili tramite dispositivi mobili. Il settore bancario ha adottato una serie di misure per garantire la continuità operativa nelle diverse fasi della pandemia da Covid-19. Tuttavia, nell’era post-pandemia, le banche hanno il compito di riflettere in modo proattivo sul proprio modello di business e prepararsi a eventuali incertezze al fine di garantire l’affermarsi di un modo di fare business più flessibile.

Per esempio, la Shanghai Pudong Development (Spd) Bank ha utilizzato tecnologie come 5G, IoT, IA e Cloud Computing dal 2018. All’inizio di quest’anno, la banca ha istituito un piano d’azione triennale, con l’obiettivo di rafforzare l’open banking, promuovere la digitalizzazione a tutto tondo e creare nuovi driver di sviluppo concentrandosi sulla customer experience e sulla tecnologia digitale. Dal punto di vista strategico, Huawei continuerà a promuovere le operazioni sui dati, l’aggiornamento della tecnologia e la collaborazione intersettoriale. Spd Bank ha messo inoltre a disposizione degli utenti un assistente virtuale basato sull’Ai – Xiaopu – che, grazie ad alcuni programmi formativi, è in grado di offrire servizi di valutazione del rischio, consulenza finanziaria, valutazione degli investimenti e trasmissione di notizie online. In un contesto basato sul 5G, Xiaopu può funzionare perfettamente su vari dispositivi come telefoni cellulari, smartwatch e auto, offrendo servizi di alta qualità, personalizzati e intelligenti sempre più economici e inclusivi.

WHITEPAPER
Trasformazione digitale per PMI: tutto quello che c’è da sapere
Dematerializzazione
Digital Transformation

China Construction Bank (Ccb), invece, già dal 2011 ha lanciato l’iniziativa ‘Top+’ per la trasformazione digitale in chiave finanziaria. I dati e la tecnologia a loro disposizione sono stati infatti utilizzati come un trampolino di lancio verso l’Ai, la Blockchain, il Cloud Computing e il 5G, oltre che per integrare i servizi finanziari in quattro settori primari –dell’abbigliamento, alimentare, immobiliare e dei trasporti. Durante la pandemia, l’adozione di nuove tecnologie ha consentito a Ccb di fornire ai clienti servizi di tipo contactless. Per esempio, è stato messo a disposizione degli utenti un canale di prestiti online nell’arco di pochissimo tempo.

L’infrastruttura dati di Huawei al servizio del settore finanziario

Una connettività stabile, potente e in tempo reale diventa essenziale nel momento in cui il settore bancario si affaccia al digitale e, di conseguenza, il 5G, l’IoT e una rete flessibile assumono un ruolo chiave in questo processo. Una potenziata infrastruttura di dati è in grado di abilitare le operazioni bancarie del futuro. Joy Huang, Chief Strategy Officer, Cloud & Ai Bg, Huawei, ritiene infatti che alcune banche abbiano registrato una crescita sostenuta proprio grazie alle tecnologie digitali. Ciò che accomuna ogni singolo istituto è la loro capacità di offrire servizi online basati sul Cloud, impattando positivamente sul loro livello di flessibilità e orientamento all’innovazione. Dall’esperienza di Huawei emerge che il miglior modo per imparare a destreggiarsi tra le nuove tecnologie sia il Multi-Cloud, con diversi Cloud per altrettanti utenti, così come l’attenzione riservata alle esperienze dei clienti relative ai servizi mobili e le filiali smart.

Il miglioramento della customer experience delle app finanziarie è un aspetto estremamente importante della trasformazione digitale. “L’elevato numero di utenti di dispositivi Huawei, le grandi funzionalità dei Huawei Mobile Services (Hms), così come gli importanti investimenti sul mercato, sull’offline retail e in termini di risorse umane disponibili in tutto il mondo, supporteranno i nostri partner per servire al meglio gli utenti e migliorare l’esperienza dei clienti via app mobile”, ha spiegato Siri Borsum, Vp of Finance Vertical, Global Partnerships & Eco-Development, Consumer Bg di Huawei.

La connettività di rete è uno dei componenti principali dell’infrastruttura di dati finanziari. Daniel Tang, Cto of Data Communications Product Line di Huawei, ha sottolineato che “la soluzione di rete per data center CloudFabric 2.0 di Huawei è costantemente aggiornata e supporta funzionalità diversificate come l’automazione e la manutenzione ‘intelligente’. Il risultato è una rete di data center completamente smart che aiuta le istituzioni finanziarie a realizzare innovativi servizi su vasta scala, migliorando l’esperienza degli utenti in mobilità”.

Attualmente Huawei ha collaborato con oltre 1.600 istituti finanziari, e 45 di questi figurano tra le più importanti 100 banche del mondo. Inoltre Huawei ha stabilito una collaborazione strategica globale con 20 player di settore, tra cui banche, assicurazioni e società di valori mobiliari, affermandosi come affidabile partner strategico per la trasformazione digitale dei propri clienti.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4