La nuova mossa di Amazon: risarcirà i clienti per i prodotti danneggiati - CorCom

L'ANNUNCIO

La nuova mossa di Amazon: risarcirà i clienti per i prodotti danneggiati

Svolta nelle policy, si parte dagli Usa: l’azienda riconoscerà fino a 1.000 dollari per ogni reclamo valido per evitare di trovarsi imbrigliata in cause legali

10 Ago 2021

Patrizia Licata

giornalista

Amazon rimborserà i consumatori che subiscono danni personali o materiali da merci difettose che i merchant vendono sulla sua piattaforma e-commerce negli Stati Uniti. Lo ha annunciato il colosso fondato da Jeff Bezos. La nuova policy serve innanzitutto ad Amazon a ridurre le cause legali.

A partire dal primo settembre Amazon pagherà fino a 1.000 dollari per ogni reclamo riconosciuto valido. La cifra rappresenta oltre l’80% delle richieste di risarcimento danni arrecati dai prodotti che arrivano alla sua piattaforma. Amazon non imporrà costi sui venditori. Questa policy “protegge più efficacemente i clienti e i venditori su Amazon”, ha dichiarato il gigante dell’e-commerce.

Amazon non è responsabile. Ma pagherà per i danni arrecati da terzi

Negli anni passati molti consumatori americani hanno fatto causa all’azienda per prodotti difettosi venduti da terzi, ritenendo Amazon responsabile se un prodotto è difettoso. Per esempio, nel 2016 una donna della Pennsylvania ha fatto causa ad Amazon chiedendo il risarcimento del grave danno riportato da un guinzaglio retrattile, venduto sul sito e-commerce ma prodotto da terzi, che l’aveva resa cieca da un occhio ritraendosi troppo velocemente.

Amazon ribadisce di non essere legalmente responsabile per i danni arrecati da prodotti di venditori terzi – e nelle cause contro l’azienda la maggior parte dei giudici ha dato ragione ad Amazon. Tuttavia lo scorso anno una corte d’appello della California ha concluso che in alcuni casi Amazon può essere ritenuta responsabile per i beni che conserva nei suoi magazzini e che distribuisce tramite il programma Fulfillment by Amazon.

Amazon spinge i merchant ad assicurarsi

Sempre in ambito assicurativo Amazon ha annunciato il programma Amazon Insurance Accelerator, che unisce una serie di società assicurative cui i venditori possono accedere, se desiderano tutelarsi tramite la piattaforma di e-commerce.
Amazon ha infine aggiornato la policy per i merchant chiedendo loro di ottenere un’assicurazione sulla responsabilità sui prodotti che vendono: Amazon non offre infatti questo tipo di polizza.
@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 3