Lavoro, Facebook si adegua ai ritmi dei Paesi emergenti

Il social network lancia i “2G Tuesdays”: i dipendenti possono scegliere di navigare per un’ora la app di Facebook con connessione lenta per vivere l’esperienza utente di Paesi come India e Kenya e migliorare sempre più il prodotto

28 Ott 2015

Patrizia Licata

Quale esperienza utente hanno le persone che usano il cellulare nei Paesi non raggiunti dal 3G e come servirli al meglio con le app mobili? Per capirlo, Facebook ha inaugurato un’iniziativa chiamata “2G Tuesdays“, in pratica i martedì con connessione lenta: in questo giorno della settimana i dipendenti del social network numero uno al mondo potranno sperimentare di persona che cosa significa usare la app di Facebook se la connessione è ancora rimasta ai tempi del 2G. L’idea di Mark Zuckerberg è colmare una sorta di “gap empatico” tra la Silicon Valley e i mercati emergenti.

Per molti dei dipendenti di Facebook, il martedì a velocità ridotta si è rivelato una scoperta sconvolgente: “Mi sono detto, whoa, è una prova di pazienza, sembra che parti del nostro prodotto non funzionino proprio”, ha dichiarato l’engineering director di Facebook Tom Alison al sito Business Insider descrivendo le sue sensazioni quando ha aperto per la prima volta la app su un cellulare con connessione 2G.

Gli utenti statunitensi usano tutti il 3G se non il 4G, ancora più veloce, ma milioni di persone nel mondo si connettono con i loro cellulari alla Rete usando ancora connessioni 2G e questo fa sì che per caricare una pagina web debbano aspettare anche alcuni minuti.

WEBINAR
Intelligenza Artificiale, Data Analysis e Image Recognition: i vantaggi concreti per l’azienda
Big Data
Intelligenza Artificiale

Per questo Alison e il suo team di ingegneri hanno dedicato tanti sforzi a ridisegnare il codice per la bacheca di Facebook in modo da ottimizzare il flusso di notizie anche per chi usa reti molto lente. Come parte del loro lavoro, questi sviluppatori di Facebook usano telefonini che simulano il 2G e viaggiano nei Paesi emergenti, dall’India al Kenya, per capire come le persone usano nella vita di tutti i giorni il prodotto Facebook. Ma, siccome non tutti i dipendenti del social network possono viaggiare come Alison e il suo team, ecco l’idea dei “2G Tuesdays“: quando un dipendente di Facebook si collega alla app di martedì compare un messaggio che chiede se desidera provare per un’ora la navigazione a velocità ridotta.

Se risponde sì, per l’ora successiva l’esperienza di Facebook diventa molto simile a quella di milioni di persone nel mondo che navigano sul 2G. Così “i nostri colleghi si rendono conto di come migliorare il prodotto”, spiega Alison, “e possono seguire i progressi che andiamo man mano facendo”.

Facebook ha di recente introdotto molti miglioramenti disegnati proprio per garantire una buona esperienza utente anche nei mercati emergenti: per esempio, ha sviluppato un sistema che permette alla app di Facebook di capire immediatamente a quale velocità l’utente si connette e di conseguenza di mostrare diversi News Feed in base alla velocità: se si naviga con il 2G verrà ridotto il numero di foto e video a favore di aggiornamenti di stato e link ed evitato il caricamento di più contenuti contemporaneamente.