L'INVESTIMENTO

Lutech, altri 10 milioni per il competence center di Bari: 500 assunzioni

L’iniziativa, che si aggiunge ai 14 milioni di euro già annunciati, punta su progetti di ricerca nel quantum computing, sviluppo di soluzioni di AI, formazione Stem e avvio di startup. Collaborazioni strategiche con gli atenei pugliesi e le pmi locali

11 Ott 2022

Patrizia Licata

giornalista

tecnopolis

Lutech continua a investire nel Sud Italia puntando sulla Puglia, e su Bari in particolare, grazie a un impegno finanziario di ulteriori 10 milioni di euro, che si aggiungono ai 14 già messi in campo all’inizio del 2022 per la realizzazione di Mile, il Polo tecnologico di Bari.

La società dei servizi e delle soluzioni It ha ora inaugurato il Mile, che si trova all’interno del Parco scientifico tecnologico Tecnopolis, e ha annunciato la creazione di un vero e proprio centro di competenza nella sede di Bari, che include l’assunzione di 500 tecnici nei prossimi cinque anni.

Lutech prevede anche la realizzazione di un nuovo datacenter presso il Recas del Campus universitario.

Ricerca nella tecnologia quantistica

L’ulteriore investimento di 10 milioni di euro, che si sviluppa all’interno del progetto Lutech Digitale 4.0, favorirà la nascita di progetti di ricerca nella tecnologia quantistica che coinvolgeranno gli atenei pugliesi, le Pmi del territorio e i partner tecnologici internazionali, oltre allo sviluppo di soluzioni basate sull’intelligenza artificiale che abiliteranno la formazione e le Academy e, infine, la partecipazione ai partenariati estesi, ai campioni nazionali e agli ecosistemi dell’innovazione, in particolare il FAIR (Future Artificial Intelligence Research) che, in collaborazione con UniBa, si occuperà di favorire il coinvolgimento dei ricercatori, il trasferimento tecnologico e l’avvio di startup.

WHITEPAPER
Troppe piattaforme IT? Non serve cambiarle! Scopri come farle dialogare
Digital Transformation
Software

Per la formazione di giovani in ambito Stem e per lo sviluppo di questi settori Lutech stringerà collaborazioni strategiche con gli atenei pugliesi Politecnico di Bari, Università degli Studi di Bari Aldo Moro e Lum, nonché con gli istituti tecnici presenti sul territorio.

Formazione e lavoro in Puglia

“Ancora una volta abbiamo scelto di investire nel Sud Italia, in particolare in Puglia”, ha affermato Tullio Pirovano, ceo del Gruppo Lutech. “L’ulteriore investimento di 10 milioni di euro conferma il nostro interesse per il territorio pugliese e per la sua crescita. Siamo convinti che siano molte le potenzialità di questo territorio e lo confermano le sinergie che si sono create con le Università del territorio, con gli enti locali e con Confindustria Bari-BAT”.

“Siamo al fianco di Lutech”, ha commentato Michele Emiliano, Presidente della Regione Puglia, una realtà che continua ad investire in Puglia e lo fa in un settore strategico come quello dell’innovazione tecnologica, in grado di attrarre e soddisfare la domanda di formazione e lavoro di tanti giovani pugliesi”.

Il nuovo Polo di innovazione tecnologica di Lutech

A febbraio Lutech ha annunciato il suo nuovo Polo di innovazione tecnologica presso il Parco scientifico tecnologico Tecnopolis dell’Università degli Studi di Bari a Valenzano. La struttura è frutto di un investimento strategico complessivo di 14 milioni di euro, che ha permesso all’azienda di ampliare la sede preesistente di Valenzano con l’inserimento immediato di 60 tra neolaureati e tecnici esperti e la realizzazione di un nuovo data center.

Il Polo di innovazione si dedica allo sviluppo di soluzioni applicative basate su architetture a microservizi, insieme a tecnologie innovative che utilizzano algoritmi sofisticati di Ai e con ampia applicazione di realtà aumentata ed estesa.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 2