CLASSIFICHE

Mark Zuckerberg quarto Paperone mondiale, superato Jeff Bezos

Il fondatore di Facebook scalza il patron di Amazon con un valore netto di 50 miliardi di dollari mentre Facebook diventa la quarta azienda mondiale per capitalizzazione di mercato. Al comando resta Bill Gates

04 Feb 2016

Patrizia Licata

Non solo Facebook sforna una trimestrale da record con utili raddoppiati, che le hanno permesso di superare Apple in Borsa e l’hanno resa la quarta azienda mondiale per capitalizzazione di mercato; il suo Ceo Mark Zuckerberg è ora anche il quarto uomo più ricco del mondo e scalza un veterano delle classifiche dei miliardari, il Ceo di Amazon Jeff Bezos.

Il 31-enne Zuckerberg ha infatti un valore netto di 50 miliardi di dollari, contro i 49,1 miliardi di Bezos, rivela la lista stilata da Bloomberg dei “paperoni” globali.

In testa alla classifica resta saldamente il creatore di Microsoft Bill Gates, 60enne e proprietario di un patrimonio di 78,7 miliardi di dollari; lo seguono l’imprenditore spagnolo della moda (fondatore della catena di negozi Zara) Amancio Ortega (69,3 miliardi di dollari di valore netto) e il Ceo e presidente di Berkshire Hathaway Warren Buffett (59,6 miliardi).

Metà delle dieci persone più ricche al mondo vengono da imprese tecnologiche, anche se nel 2015 le fortune di molti tra questi sono diminuite, come nel caso di Bezos ma anche di Carlos Slim. Non così per i boss di Google Larry Page e Sergey Brin (nono e decimo rispettivamente nella classifica mondiale) – il cui valore cresce al pari di quello della loro società, visto che Google, o meglio Alphabet, ha scalzato Apple come prima azienda al mondo per capitalizzazione di mercato.

WHITEPAPER
Vita da CEO: quali sono gli strumenti necessari ai manager per vincere le sfide professionali
CIO
Digital Transformation

Facebook, che festeggia questa settimana il suo 12mo compleanno, ha visto il valore delle sue azioni schizzare dopo la pubblicazione di una trimestrale che ha battuto ogni attesa di Wall Street. Intanto l’azienda investe in nuovi settori, come intelligenza artificiale e realtà virtuale, e continua ad assumere a ritmi serrati: nel 2015 il suo personale è cresciuto del 38%, per un totale di 12.691 dipendenti.

Che cosa fa Zuckerberg di tutta la sua ricchezza? Intanto a dicembre ha detto che, con la moglie Priscilla Chan, donerà il 99% delle sue azioni Facebook (per un valore di 45 miliardi di dollari) per attività benefiche – una delle più grandi donazioni della storia americana. Poi, sempre con la moglie, ha dato vita alla Chan Zuckerberg Initiative, una società il cui scopo è “far crescere il potenziale umano e promuovere pari opportunità per tutti i bambini”: la sua attività si concentra su programmi di apprendimento personalizzato, cura delle malattie, incontro tra persone e creazione di communities.

In linea con queste strategie, Zuckerberg ha annunciato nei giorni scorsi una partnership di Facebook con il gruppo no-profit Abrasco Divulga in Brasile per campagne di sensibilizzazione contro il virus Zika.