IL FORECAST

Mercato IT verso i 4,5 trilioni di dollari: +5% nel 2022. Ma è caccia ai talenti

Gartner prevede una spesa mondiale in crescita trainata dal cloud e dal software enterprise. Le aziende ricorreranno in misura crescente a servizi gestiti e consulenti esterni

24 Gen 2022

Patrizia Licata

giornalista

La spesa It mondiale varrà 4,5 trilioni di dollari nel 2022, pari a un incremento del 5,1% rispetto al 2021. Con due grandi trend: la crescita esplosiva del cloud e del software-as-a-service e il diffuso ricorso da parte delle imprese a servizi gestiti e consulenti esterni. È quanto si legge nell’ultima analisi di Gartner.

Nonostante i potenziali impatti della variante Omicron, gli investimenti tecnologici continueranno grazie alla ripresa economica e, in particolare, alle aspettative sulla buona salute del mercato digitale.

“Finalmente i Cio si riprendono in mano il futuro”, afferma John-David Lovelock, distinguished research vice president di Gartner. “Ora possono andare oltre i progetti legati alla criticità di breve termine cui sono stati costretti negli ultimi due anni e concentrarsi sul lungo periodo. Allo stesso tempo, la mancanza di competenze interne, l’inflazione che svaluta gli stipendi e la guerra per i talenti spingeranno i Cio a fare più affidamento sulle società di consulenza e sui servizi gestiti per perseguire le loro strategie digitali”.

Consulenti esterni per sostenere le ambizioni digitali

Fino al 2025 le organizzazioni aumenteranno la loro dipendenza da consulenti esterni, perché la maggiore urgenza e il ritmo accelerato del cambiamento allargano il divario tra le ambizioni digitali delle aziende e le risorse e capacità interne di cui dispongono, secondo Gartner.

WHITEPAPER
Processi più snelli, più fluidi, più efficienti: i vantaggi dell’Industria 4.0
CIO
Cloud

“Questo sarà particolarmente evidente con il cloud in quanto funge da elemento chiave per raggiungere le ambizioni digitali e supportare il lavoro ibrido“, evidenzia Lovelock. “Gartner prevede che la stragrande maggioranza delle grandi organizzazioni utilizzerà consulenti esterni per sviluppare la propria strategia cloud nei prossimi anni”.

Nel 2025 il cloud varrà il doppio del mercato non cloud

Nel 2020, all’interno del mercato dei software applicativi aziendali, il cloud è diventato per la prima volta più ampio del mercato non cloud, in parte a causa della pandemia di coronavirus. Entro il 2025, Gartner prevede che sarà il doppio delle dimensioni del mercato non cloud. Il cloud è responsabile di quasi tutta la crescita della spesa dell’11% nel segmento del software aziendale nel 2022, perché le organizzazioni stanno aggiornando il proprio software con un modello software-as-a-service (SaaS) per supportare maggiore flessibilità e agilità.

La crescita continua ancora nel 2023

Nel dettaglio del mercato It Gartner prevede che il segmento dei servizi, che include consulenza e servizi gestiti, crescerà nel 2022 del 7,9% per un valore totale di quasi 1,3 trilioni di dollari. La spesa per consulenza aziendale e tecnologica, in particolare, dovrebbe crescere del 10% nel 2022. Solo il segmento del software enterprise cresce a tassi superiori (+11%), per un valore complessivo di 670 miliardi di dollari.

I servizi di comunicazione sono il primo mercato per ricavi (1,6 trilioni di dollari) ma con un tasso di crescita dell’1,3%.

Tutti i segmenti del mercato It cresceranno nel 2022. I tassi sono ovviamente inferiori a quelli del 2021 quando i ritmi brillanti erano legati alla ripresa dopo la risposta all’emergenza sanitaria. Quest’ultima ha portato a un boom dei device nel 2021 (+13%) che quest’anno si assesta su una crescita a una cifra (3,3%) per andare in negativo (-1,3%) nel 2023, unico segmento del mercato It previsto col segno meno il prossimo anno.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Aziende

G
gartner

Approfondimenti

C
Cloud
C
competenze
I
IT
M
managed services

Articolo 1 di 3