IPCEI

Microelettronica e batterie, il Mise stanzia 1,7 miliardi per le imprese

In Gazzetta i decreti. Dal 3 settembre le aziende italiane potranno richiedere le agevolazioni per la realizzazione di progetti di investimento e attività di ricerca, sviluppo e innovazione. Ecco come sono ripartiti i fondi

20 Ago 2021

Mila Fiordalisi

Direttore

Giorgetti

Un miliardo di euro per le imprese della filiera delle batterie e 700 milioni per quelle della microelettronica: pubblicati in Gazzetta ufficiale i decreti del Mise che ripartiscono le risorse stanziate nel Fondo Ipcei (Importanti Progetti di Comune Interesse Europeo).

I fondi, a cui le imprese italiane selezionate potranno accedere a partire dal 3 settembre, sono destinati a progetti di investimento e attività di ricerca, sviluppo e innovazione da realizzare in Italia nell’ambito delle catene di valore strategico individuate dall’Unione europea.

L’obiettivo degli interventi promossi dal Mise è “rafforzare la competitività di settori strategici dell’industria nazionale ed europea attraverso una forte sinergia e integrazione tra le filiere dei Paesi membri della Ue”, si legge in una nota del ministero guidato da Giancarlo Giorgetti.

Ecco come sono ripartite le risorse

  • Ipcei Batterie 1: 473,35 milioni di euro per sostenere progetti e attività finalizzate a introdurre tecnologie altamente innovative e sostenibili lungo l’intera catena del valore delle batterie agli ioni di litio, con l’obiettivo di migliorare le caratteristiche di durata, i tempi di caricamento, la sicurezza e la compatibilità ambientale dei nuovi prodotti in linea con i principi dell’economia circolare;
  • Ipcei Batterie 2: 533,6 milioni di euro per sostenere progetti e attività finalizzate alla ricerca e sviluppo della produzione di materie prime, celle, moduli e sistemi di batterie elettriche su larga scala per il settore industriale italiano ed europeo;
  • Ipcei Microelettronica: 325,85 milioni di euro, che si aggiungono ai 410,2 milioni di euro già programmati, per realizzare e sviluppare tecnologie e componenti microelettroniche innovative nei settori dei chip efficienti sul piano energetico, dei semiconduttori di potenza, dei sensori intelligenti, dell’attrezzatura ottica avanzata e dei materiali compositi.
@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Personaggi

G
Giancarlo Giorgetti

Aziende

M
mise

Approfondimenti

B
batterie
I
Ipcei
M
microelettronica

Articolo 1 di 4