IL NUOVO LISTINO

Microsoft 365, prezzi a +20%. Primi aumenti in 10 anni. Spataro: “Riflettono valore apportato ai clienti”

Redmond annuncia un upgrade delle tariffe da qui a sei mesi. Da 5 a 6 dollari per le versioni business base della suite. Per le release di fascia alta il minor rincaro: +12,5% da 32 a 36 dollari per utente

20 Ago 2021

Domenico Aliperto

smart working, scuola, computer

La suite Microsoft 365 subirà rincari di prezzo fino al 20%. È stata la stessa Redmond ad annunciarlo con una nota. Gli aumenti entreranno in vigore entro sei mesi, ha precisato Microsoft in un post sul blog aziendale a firma di Jared Spataro, Corporate Vice President di Microsoft 365, che annuncia la novità.

Spataro: “Adeguare il prezzo al valore della suite”

Gli aumenti riguarderanno i clienti commerciali e sono i primi da quando Microsoft ha lanciato il servizio un decennio fa. “Questo aggiornamento di prezzo riflette l’aumento del valore che abbiamo fornito ai nostri clienti negli ultimi dieci anni”, ha affermato Spataro nel post. “Lungo la strada, abbiamo continuamente reinvestito per soddisfare le mutevoli esigenze dei nostri clienti. Quattro anni fa, abbiamo introdotto Microsoft 365 per riunire il meglio di Office, Windows ed Enterprise Mobility and Security. Nello stesso anno abbiamo aggiunto Microsoft Teams come unica soluzione integrata all’interno della quale è possibile incontrare, chattare, chiamare, collaborare e automatizzare i processi aziendali, direttamente nel flusso di lavoro. Dall’introduzione di Microsoft 365 abbiamo aggiunto 24 app alle suite (Microsoft Teams, Power Apps, Power BI, Power Automate, Stream, Planner, Visio, OneDrive, Yammer e Whiteboard) e abbiamo rilasciato oltre 1.400 nuove funzionalità in tre aree chiave: Comunicazione e collaborazione, Sicurezza e conformità, Ia e automazione”.

WHITEPAPER
Porta la cultura del dato a ogni livello aziendale

L’aumento dei prezzi

Nella fascia bassa, i piani aziendali di base aumenteranno del 20% da 5 a 6 dollari per utente, mentre le versioni di fascia alta della suite avranno un aumento minore, del 12,5%, da 32 a 36 dollari per utente.

Microsoft ha precisato che non cambierà i prezzi per le versioni consumer o educative del software.

In seguito alla divulgazione delle notizia, le azioni di Redmond hanno raggiunto un livello record ieri, e sono aumentate dell’1,8% a 295,96 dollari.

La suite Microsoft 365 è la pietra angolare del segmento della produttività e dei processi aziendali del gruppo, e ha registrato vendite per 53,9 miliardi di dollari nell’ultimo anno fiscale, circa un terzo delle vendite complessive, pari a 168 miliardi di dollari, di Microsoft.

@RIPRODUZIONE RISERVATA