Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

IGNITE2016

Microsoft rinnova Office365: focus su business e sicurezza

Il colosso di Redmond presenta all’evento annuale di Atlanta le ultime feature della propria suite di applicazioni. Parole d’ordine: accessibilità, integrazione, lavoro e privacy

27 Set 2016

An.F.

“In un mondo sempre più mobile-first, cloud-first, la tecnologia deve essere in costante evoluzione per consentire a persone e aziende di affrontare con successo le sfide del momento. Microsoft intende aiutare individui e organizzazioni a realizzare il proprio pieno potenziale e a tal fine reinventare la produttività rappresenta una delle nostre ambizioni, perché il segreto può essere ‘fare di più’ oppure ‘fare di meno’, quindi nel complesso ‘fare meglio’, focalizzandosi sulle priorità e recuperando tempo da dedicare a progetti di valore, siano essi professionali o personali”. Claudia Bonatti, direttore della Divisione Application & Services di Microsoft Italia, spiega così l’obiettivo che il colosso di Redmond Intende perseguire tramite le ultime feature Office 365 e altre novità, annunciate ieri durante Ignite, evento Microsoft in corso questa settimana ad Atlanta.

L’evoluzione di Office 365 si è orientata negli ultimi mesi lungo quattro direttrici che hanno guidato lo sviluppo di nuove feature, a partire dall’accessibilità agli strumenti di lavoro e dalla condivisione in una logica di inclusione ed empowerment. Microsoft intende garantire un’esperienza di produttività soddisfacente anche alle persone diversamente abili, consentendo a tutti di comunicare, fruire e creare contenuti su qualsiasi device. In tal senso vanno letti gli aggiornamenti di Narrator, lo Screen Reader, che include nuove voci che possono pronunciare fino a 800 parole al minuto e 6 livelli di verbosità, per offrire indicazioni puntuali sulle proprietà di un testo. O ancora la nuova disponibilità di un High Contrast Mode per visualizzare più facilmente i dati in Excel su sfondo in contrasto, già disponibile per esempio per Word e Sway.

Altra parola d’ordine della strategia di Microsoft è integrazione, per generare efficienza ed efficacia integrando tra loro gli strumenti di lavoro. Esempio principe della volontà d’integrazione è la disponibilità di Microsoft Excel Rest Api per Office 365, grazie a cui gli sviluppatori potranno dar vita ad app che integrano le capacità di calcolo, reportistica e data storage di Excel. Ma restando a livello utenti, per rendere ancora più semplice la collaborazione sarà, per esempio, possibile avviare in un click documenti Word, Excel, PowerPoint, OneNote e Sway cliccando sull’icona Office disponibile nella barra degli strumenti di Microsoft Edge e tenere traccia di tutti i documenti aperti per ritrovarli facilmente.

C’è poi un focus specifico sul versante business, tramite il quale Microsoft punta ad offrire un controllo ottimale delle attività quotidiane per ottimizzarne la gestione e focalizzarsi sulle priorità. Office 365 è stato ad esempio migliorato grazie ai nuovi servizi cloud-based intelligenti pensati per produrre risultati migliori ottimizzando i tempi, che per esempio consentono di scrivere meglio, fare presentazioni più dinamiche e gestire per priorità la propria casella postale. Nella stessa direzione di efficienza va Researcher, una nuova feature di Word che aiuta a rintracciare e integrare facilmente fonti d’informazione affidabili e contenuti pertinenti nei propri documenti. Da Word è possibile consultare materiale relativo a un dato argomento e inserirlo con un semplice click, riportando anche le note bibliografiche. Interessante in termini di business focus, anche la disponibilità di Visio Online e Visio per iPad che abiliteranno la fruizione multi-piattaforma di diagrammi Visio e si sommeranno a Visio Pro per Office 365 per consentire a sempre più persone di comunicare visivamente e condividere diagrammi.

Infine il lato privacy e security, per garantire compliance ai più alti standard di sicurezza e tutela dei dati sensibili in una logica di Trusted Cloud. L’impegno di Microsoft per sviluppare costantemente tecnologie volte a proteggere la privacy si può definire Privacy by Design. In linea con questa attenzione Office 365 è conferme agli standard americani del Federal Information Security Management Act, alle Model Clauses Europee, alla normativa ISO 27001 ed è stata la prima piattaforma Cloud a ricevere la certificazione ISO/IEC 27018 che proibisce l’uso di dati personali a fini promozionali e di marketing. Utilizzando Office 365 persone e aziende hanno la certezza che i propri dati vengono trattati come confidenziali e che non si sondano e-mail, documenti e analytics per estrapolare informazioni utili a scopi pubblicitari.

Questo impegno costante per reinventare la produttività è culminato ieri con la presentazione di ulteriori nuove feature nel corso di Ignite 2016, con l’obiettivo di offrire ai responsabili IT degli strumenti concreti a supporto della trasformazione digitale delle aziende.

Ecco perché Microsoft s’impegna a rendere la suite Office ancora più “intelligente” con funzionalità come Tap per Word e Outlook, una nuova feature che aiuta a riutilizzare facilmente contenuti esistenti all’interno dell’organizzazione esplorando Office Graph e facendo emergere le informazioni di maggior rilievo. Altrettando utile anche QuickStarter in PowerPoint e Sway che aiuta a superare l’ansia da foglio bianco e, sfruttando Bing Knowledge Graph, offre linee guida per ogni argomento includendo suggerimenti sugli argomenti da includere e immagini da associare. Anche Designer aiuta a rendere le proprie presentazioni più efficaci suggerendo elementi grafici di qualità professionale. La qualità della grafica può essere fondamentale anche in Excel e una nuova funzionalità consente ora di trasformare dati geografici in immagini professionali e di visualizzarli come chart con mappa. Al debutto anche MyAnalytics, un nuovo strumento pensato per ottimizzare la produttività e la collaborazione analizzando il tempo dedicato alle attività e le interazioni con colleghi e team.

Anche la sicurezza è un elemento imprescindibile, perciò, oltre a molteplici upgrade, Microsoft ha lanciato ad Ignite Office 365 Threat Intelligence per aiutare le aziende a proteggere le prorie reti, a intercettare le minacce a rispondere in modo tempestivo alle problematiche legate alla sicurezza. In virtù della propria esperienza con le migliaia di attività e informazioni che passano ogni giorno da Office 365 è infatti più facile per Microsoft identificare anomalie e mitigare il rischio di potenziali minacce. Questo impegno di Microsoft non si limiterà a Office 365 ma coinvolgerà anche Windows 10 ed Enterprise Mobility Suite in un’offerta a tutto tondo: Secure Productive Enterprise, una piattaforma disponibile dal 1° Ottobre e pensata per garantire al contempo produttività, collaborazione, mobilità, business insight e sicurezza.

Il costante miglioramento di Office 365 è anche frutto dei contributi degli Office Insider, una community che include oltre 1 milione di utenti che, dal lancio a Novembre 2015, hanno già apportato più di 100.000 feedback. Un’esperienza di scambio che Microsoft incoraggia e di cui fa tesoro per rilasciare nuove feature come quelle che hanno visto la luce negli ultimi mesi.

Articolo 1 di 4