Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Nettrotter estende la rete IoT al 60% della popolazione

13 Apr 2016

Coperto in quattro mesi il 60% della popolazione italiana. E’ il taguardo annunciato da Nettrotter, controllata di Ei Towers, unica licenziataria per la distribuzione della rete Sigfox per l’Internet of
Things (IoT) in Italia. Il risultato è stato possibile grazie all’installazione di oltre 300 base station, mentre le previsioni sono di raggiungere una copertura del 75% della popolazione italiana prima della prossima estate, e di arrivare a una copertura integrale entro il 2016.

Oltre al rapido sviluppo della propria rete, si legge in una nota dell’azienda, la controllata di Ei Towers sta contribuendo alla crescita del mercato IoT italiano tramite la diffusione di dispositivi innovativi a basso costo, piattaforme e connettività real time che le aziende e gli enti pubblici e privati potranno utilizzare per la realizzazione di soluzioni concrete e reali facilmente adottabili per lo sviluppo del business o l’ottimizzazione dei processi interni.

“Con l’offerta di soluzioni globali, economicamente vantaggiose e ad alta efficienza energetica per milioni di sensori in attesa di essere collegati – prosegue la nota – Sigfox apre la strada alla creazione di applicazioni IoT in diversi settori economici e industriali. Il suo ecosistema internazionale di partner, inoltre, supporta sviluppatori e utenti, ovunque la rete sia presente, per la realizzazione e la distribuzione di una vasta gamma di soluzioni IoT”.

“Nettrotter ha reso possibile, in pochi mesi, quanto molti annunciano da tempo – afferma Carlos Lambarri, CEO di Nettrotter – Il nostro network rappresenta, infatti, l’unico progetto in Italia con una vera e propria rete Lpwa già sviluppata e operativa in grado di garantire alle aziende e agli utenti finali, grazie ai costi ridotti e ai bassi consumi energetici, la fruizione di molteplici servizi a supporto di numerose applicazioni. Queste vanno dal controllo delle acque al monitoraggio energetico, dai servizi di sicurezza degli edifici al tracking di persone e merci, dal controllo degli accessi al monitoraggio della qualità dell’aria, solo per fare alcuni esempi. L’industria italiana sarà ora in grado di diventare un catalizzatore nell’ambito del nuovo e promettente settore dell’Internet of Things, con una ricaduta positiva sull’occupazione e sulla creazione di benessere negli anni a venire.

“Siamo lieti che Nettrotter stia accelerando il proprio rilascio per portare la rete a un livello di copertura tale da sbloccare tutto il potenziale IoT – aggiunge Rodolphe Baronnet-Frugès, vice presidente esecutivo reti e operatori Sigfox – L’industria elettronica italiana è, e sarà, in prima linea nell’innovazione dell’Internet of Things in Europa. L’adozione dei servizi di comunicazione Sigfox in Italia è uno dei più veloci al mondo e Sigfox e Nettrotter lavorano fianco a fianco per portare nuove soluzioni al mercato, sia a livello locale sia a livello globale”.