Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

STRATEGIE

Nokia svela la telecamera 3D per esperienze “immersive”

L’azienda finlandese prova a rientrare nel mercato consumer con Ozo, una device super hi-tech che permette di realizzare filmati e giochi. Destinato alle media company e alle aziende del comparto advertising e entertainment per consentire una customer experience senza precedenti

29 Lug 2015

Patrizia Licata

Nokia si lancia nel business della realtà virtuale, con un prodotto professionale, la telecamera di nuova generazione Ozo capace di catturare audio e video a 360 gradi grazie a otto sensori e microfoni. In realtà, benché Nokia parli di “rientro sul mercato consumer”, Ozo è destinato alle aziende dei media, agli studios televisivi e cinematografici o all’industria della pubblicità più che ai singoli utenti (viste le caratteristiche e i costi del prodotto). Ancora in fase pre-production, il lancio formale dovrebbe avvenire in autunno.

Ozo è una futuristica telecamera sferica che secondo Nokia diventerà il must per chi vuole filmare esperienze da godere secondo le nuove tecniche della realtà virtuale, dando vita a media digitali “immersivi”, che siano film, documentari, giochi, pubblicità o riprese di eventi live. I filmati si rivedranno poi con le speciali cuffie per la realtà virtuale.

Primo di una serie di attrezzature che Nokia ha in mente di portare sul mercato per la produzione di media 3D, Ozo è stato presentato nel corso di un evento a Los Angeles.

Dopo la vendita della storica divisione cellulari, la casa finlandese ha intrapreso una profonda ristrutturazione, cercando di inviduare anche nuove aree di crescita. Mentre l’acquisizione di Alcatel-Lucent la rafforzerà nel consolidato settore del networking, le attrezzature professionali per la produzione di media digitali 3D e il mercato della realtà virtuale sono considerati un’area nuova molto promettente. “Questa è la rinascita di Nokia“, ha dichiarato Ramzi Haidamus, presidente di Nokia Technologies, la filiale di Nokia che ha sede nella Silicon Valley. “Ci aspettiamo che presto le esperienze di realtà virtuale renderanno più coinvolgente e attraente il modo in cui le persone comunicano tra di loro e si rapportano con le storie che vengono loro narrate, i programmi di intrattenimento e gli eventi del mondo”.

Ozo è interamente progettato e prodotto da Nokia in Finlandia”, ha ancora tenuto a sottolineare il top manager; “questo prodotto segna il ritorno di Nokia sul mercato consumer, ma questa volta per la produzione di contenuti”.

Altre aziende lavorano su prodotti simili a quello di Nokia per cavalcare il prossimo boom della realtà virtuale. Per esempio, GoPro ha annunciato che sta costruendo una telecamera sferica per realizzare video immersivi e, separatamente, anche un sistema con 16 telecamere da usare con Google Jump. Anche il mercato delle cuffie per la realtà virtuale è abbastanza affollato, con device di Google, Facebook, Sony, Htc; l’utilizzo dei consumatori resta limitato ma le aziende tecnologiche sperano in una prossima crescita come parte dello sviluppo dei sistemi di home entertainment.

L’intenzione di Nokia è di soddisfare la domanda di produzione di contenuti per queste cuffie, con telecamere che permettono di filmare in 3D e editare in tempo reale. Secondo Haidamus gli utilizzi di Ozo sono molteplici, non solo per l’intrattenimento ma anche per la formazione, la pubblicità e il giornalismo: per esempio, i giornalisti potrebbero filmare una manifestazione di piazza con le telecamere 3D di Nokia consegnando allo spettatore, grazie alla realtà virtuale, l’impressione di essere stato anche lui protagonista tra la folla.