ULTRABROADBAND

Open Fiber, cresce la squadra: Mario Rossetti nuovo Cfo

Il nuovo direttore finanziario è stato indicato da Cassa depositi e prestiti, azionista al 50% della società insieme a Enel. Ex Chief financial officer in Fastweb e Ad in Cobra, sarà operativo da marzo. Alla direzione acquisti va Antonio Sannino

09 Feb 2017

A.S.

rossetti-mario-openfiber-170209122951

Open Fiber si affida a un manager di consolidata esperienza nelle Tlc come Mario Rossetti, e gli affida la direzione finanziaria. La società per la posa della fibra ottica partecipata al 50% da Enel e al 50% da Cassa depositi e prestiti, guidata da Tommaso Pompei, continua così a strutturarsi e a dare vita al team di vertice, chiudendo le posizioni per le caselle più strategicamente importanti nell’organizzazione societaria. A esprimere la candidatura, che sarà ratificata dal consiglio d’amministrazione nella seduta del 16 febbraio, è stata proprio Cdp, come previsto dagli accordi parasociali. L’entrata in carica dovrebbe essere ufficiale dal primo marzo, quando Rossetti potrà iniziare a mettere mano alla costruzione della struttura finanziaria che dovrà sostenere un piano di investimenti da 3,9 miliardi fino al 2022, con il programma operativo che prevede il cablaggio in fibra ottica di 250 città.

Secondo le intenzioni iniziali a sostenere il finanziamento saranno per il 30% equity, mentre per la parte restante si ricorrerà al debito, rivolgendosi quindi a un pool di banche: ma il nuovo Cfo potrebbe “ritoccare” questa prospettiva, fermi restando gli obiettivi di ritorno dell’operazione. La roadmap prevede a questo punto un periodo di circa sei mesi per costruire il finanziamento con gli advisor nel frattempo selezionati, per sostenere un piano di investimenti che si aggirerà intorno ai 500 milioni di euro l’anno, per toccare quota un miliardo nei periodi “di punta”.

Rossetti ha iniziato la sua carriera in Omnitel nel ’98, e ha partecipato alla fondazione di Fastweb, di cui è stato Chief financial officer e in seguito consigliere d’amministrazione fino al 2007.

Successivamente, uscito con un’assoluzione dalla vicenda giudiziaria che coinvolse Silvio Scaglia, fondatore di Fastweb, Rossetti si è occupato della ristrutturazione di Cobra, azienda di cui è stato amministratore delegato e che è stata in seguito acquisita da Vodafone.

La società ha intanto nominato anche il direttore acquisti: si tratta di Antonio Sannino, che aveva già collaborato con Pompei in Wind prima di passare in Tiscali.