IL PROGETTO

Open Innovation Center, il Lazio in pista: sul piatto 3 milioni fino al 2023

La Regione affida a Lazio Innova le attività operative del fondo per la promozione e lo sviluppo dell’hub. Via alla stesura del piano annuale e triennale e delle modalità di accreditamento dei centri e il loro finanziamento

17 Dic 2021

L. O.

open-innovation-170119091905

Via libera della giunta regionale del Lazio all’Open Innovation Center. Con la delibera 942 è stato infatti sancito un ulteriore passo avanti per l’attuazione della legge regionale 10/221 che ha istituito gli Open Innovation Center. A Lazio Innova vengono affidate le attività operative inerenti il fondo per la promozione e lo sviluppo degli open innovation center, stabilendo inoltre le risorse che, fino al 2023, ammontano a tre milioni di euro.

La delibera è inoltre arricchita di una scheda operativa che delinea le prossime attività previste dalla legge che, in particolare, prevede la stesura di piano annuale e triennale, le modalità di accreditamento dei centri di innovazione e il loro relativo finanziamento.

Enrico Forte: “Leva di sviluppo territoriale”

“Come firmatario della legge – dichiara il consigliere regionale Enrico Forte (Pd) – non posso che manifestare grande soddisfazione per il lavoro della giunta e dell’assessorato allo sviluppo economico guidato da Paolo Orneli che ha visto in questa mia proposta una leva di sviluppo e innovazione che, prima volta in Italia, vede un ente regionale protagonista e parte attiva nell’accompagnare l’economia, le imprese e professionisti nella transizione verso l’innovazione. Credo che i territori avranno ora una enorme spinta, uno stimolo a mettere insieme idee, intelligenze e risorse grazie agli open innovation center in cui il mondo delle aziende, della ricerca e dell’università troveranno nuove soluzioni alle sfide che già oggi dobbiamo essere in grado di affrontare”.

WHITEPAPER
Troppe piattaforme IT? Non serve cambiarle! Scopri come farle dialogare
Digital Transformation
Software

I passaggi attuati

La legge regionale, approvata a giugno scorso, ha come obiettivo il passaggio del sistema economico produttivo dalla closed innovation alla open innovation, definita come “approccio strategico culturale all’innovazione” finalizzato ad aumentare valore e competitività delle imprese-

L’obiettivo sarà raggiunto attraverso il ricorso a soluzioni anche esterne al processo produttivo delle imprese stesse, in particolare proveniente da università, centri di ricerca, start up, enti pubblici e privati e liberi professionisti. Vengono previste agevolazioni fiscali per le imprese che sviluppino progetti di ricerca, innovazione e trasferimento tecnologico e si insedino nel Lazio.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Personaggi

P
paolo orneli

Aziende

L
lazio innova
R
regione lazio

Articolo 1 di 2