Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

I RISULTATI

Oracle, la strategia cloud paga: conti sopra le attese

I ricavi del quarto trimestre a 11,3 miliardi di dollari (+3%) e per l’anno intero si sfiorano i 40 miliardi (+8%). Il traino è l’attività Cloud services, mentre cala il business on-premise. Il presidente Larry Ellison: “Continueremo a crescere su IaaS e PaaS”

20 Giu 2018

Patrizia Licata

giornalista

Oracle ha annunciato i risultati del quarto trimestre fiscale 2018 e del full year fiscale 2018, riportando per il quarto trimestre ricavi totali in crescita del 3% a 11,3 miliardi di dollari, mentre i ricavi totali per l’anno 2017-2018 ammontano a 39,8 miliardi di dollari in crescita del 6% rispetto all’anno fiscale precedente.

Il segmento di business trainante si confermano (come nel terzo trimestre) i servizi cloud: nel quarto trimestre la voce Cloud Services and License Support registra fatturato in aumento dell’8% a 6,8 miliardi di dollari, mentre il fatturato per l’attività Cloud License and On-Premise License scende del 5% a 2,5 miliardi. Nel full year 2018, le entrate per Cloud Services and License Support sono cresciute del 10% a 26,3 miliardi di dollari, mentre il segmento Cloud License and On-Premise License registra una flessione del 4% a 6,2 miliardi.

L’utile netto Gaap del quarto trimestre è di 3,4 miliardi di dollari, in salita di cinque punti anno su anno; l’utile operativo sale dell’8% a 4,4 miliardi e il margine operativo è del 39%. Nel quarto trimestre, l‘Eps Gaap cresce dell’8% a 0,82 e l’Eps non-Gaap sale dell’11% a 0,99. L’utile operativo (Gaap) dell’anno intero è cresciuto dell’8% a 13,7 miliardi, il margine operativo è del 34%, l’utile netto è di 3,8 miliardi e l’Eps full year è di 0,90 dollari.

Alla fine del quarto trimestre, le entrate deferite di breve termine sono cresciute del 2%  a 8,4 miliardi di dollari, mentre il flusso di cassa operativo è cresciuto del 9% alla cifra record di 15,4 miliardi.

EVENTO
Il guru delle tecnologie esponenziali, David Orban in streaming solo l’11 marzo
Cloud

Soddisfatti gli azionisti sui risultati 2018, meno sulla guidance per il prossimo trimestre: le previsioni per il trimestre in corso stimano un utile compreso fra 67 e 69 centesimi per azione, contro i 72 centesimi previsti dal consensus di Thomson Reuters. Tuttavia, per l’anno fiscale 2019 l’azienda indica anche che i tassi di crescita dei ricavi saranno superiori a quelli del 2018.

Il Ceo di Oracle, Safra Catz, ha sottolineato la capacità di crescita del gruppo e la forza dell’offerta cloud e ha indicato che, per il full year 2019, Oracle si aspetta comunque risultati a doppia cifra sia per la crescita del fatturato sia per la crescita dell’Eps (non-Gaap). Il Ceo Mark Hurd ha aggiunto che la suite di applicazioni cloud strategiche Fusion Erp e Hcm SaaS è cresciuta di più del 50% nel quarto trimestre e Oracle prevede crescita robusta per questi prodotti per tutto il 2019.

“Alcuni dei nostri maggiori clienti hanno avviato il processo di migrazione dei loro databse Oracle on-premise verso Oracle Cloud”, ha osservato il presidente e Cto, Larry Ellison. “Tra questi, At&t sta spostando migliaia di database e decine di migliaia di terabyte di dati nel cloud Oracle. Pensiamo che queste migrazioni di vasta scala dei database Oracle sul cloud faranno crescere la nostra attività PaaS e IaaS per tutto il full year 2019“.

Oracle offre infrastruttura cloud come Amazon, Microsoft e Google ma, secondo quanto scritto dagli analisti di KeyBanc in una nota, il colosso It si è mosso troppo lentamente nell’arena mentre i rivali continuano a crescere velocemente: recuperare posizioni non è facile. Oracle non ha fornito dati scorporati sull’andamento del business PaaS e IaaS nel quarto trimestre o nel full year fiscale appena chiuso, ma secondo gli analisti di FactSet le entrate trimestrali sono di circa 470 milioni di dollari e il tasso di crescita superiore al 18,3%.

@RIPRODUZIONE RISERVATA