I DATI

Pc notebook: dopo il boom della pandemia il mercato crolla del 15%

Secondo Stategy Analitycs, volumi globali in calo nel secondo trimestre a causa dell’inflazione e delle nuove sfide economiche. Ma per tutti i fornitori i dati restano migliori rispetto ai tempi pre-Covid: Lenovo in testa, segue Hp incalzata da Dell

18 Ago 2022

Veronica Balocco

Dells_Notebook_Business_Defied_Market_Dynamics_in_Q2_2022

Dopo il boom del periodo pandemico, il mercato dei notebook pian piano si sgonfia e inizia a intravedere vedere una nuova normalità: sulla scia di una domanda che allontana le proprie priorità dalla digitalizzazione, dell’inflazione che limita i budget delle famiglie e delle nuove sfide economiche che impegnano le aziende, i volumi globali sono diminuiti del -15% su base annua nel secondo trimestre. A rilevarlo è un nuovo rapporto di Strategy analytics, secondo cui, nonostante queste nuove sfide, le vendite di pc notebook e Asp sono comunque migliori per tutti i fornitori rispetto ai tempi pre-Covid e questa tendenza continuerà poiché i clienti acquistano più prodotti premium.

Consumatori verso nuove priorità

“La spesa dei consumatori sta ora assumendo altre priorità come vacanze, vestiti nuovi e lavori di ristrutturazione della casa, mentre alcuni stanno anche prendendo precauzioni finanziarie a causa dei timori di inflazione e recessione – spiega Chirag Upadhyay, analista del settore -. L’attività commerciale sembra ancora solida rispetto al livello pre-pandemia poiché l’attività delle pmi continua a migliorare e a fornire le migliori soluzioni di lavoro ibride, mentre alcune grandi aziende si stanno ancora orientando verso i pc desktop, comprese le workstation più diffuse, a seguito del ritorno negli uffici. Vedremo un leggero miglioramento della spesa dei consumatori nell’istruzione nel terzo trimestre poiché gli acquirenti vorranno i laptop più recenti e grazie agli sconti per il ritorno a scuola”.

WHITEPAPER
I trend che stanno trasformando strumenti e processi nel Monitoring
Digital Transformation
Finanza/Assicurazioni

 “Il calo delle spedizioni di chromebook è continuato dai massimi della pandemia, scendendo del -53% anno su anno, poiché la domanda di istruzione è inferiore nel 2022, sebbene le spedizioni siano aumentate dell’11% in sequenza durante il trimestre tradizionale per acquisti da parte delle istituzioni scolastiche – aggiunge Eric Smith di Stategy analytics -. Hp ha risentito di questi scarsi confronti annuali, con spedizioni globali in calo del -29%. Attualmente, la spesa per l’istruzione è sospesa rispetto ad altre priorità in molti Paesi e siamo fiduciosi che il mercato dei chromebook crescerà non appena i governi ricominceranno a spendere per la digitalizzazione”.

La classifica: Lenovo primo fornitore globale

I dettagli dell’indagine rivelano che Lenovo rimane il fornitore numero 1 di notebook pc, poiché le spedizioni (sell-in) sono scese a 12,8 milioni di unità nel secondo trimestre del 2022. Ciò rappresentava un calo del 17% rispetto ai 15,5 milioni spediti l’anno precedente e un calo del’11% rispetto al trimestre precedente.

Hp ha subito un altro grande colpo durante il secondo trimestre del 2022 poiché le spedizioni di pc notebook sono diminuite del -29% anno su anno a 10,5 milioni di unità; la quota di mercato è inferiore al 20% per il secondo trimestre consecutivo, una rarità nei risultati dal primo trimestre 2016.

Dell ha quasi eguagliato il livello di spedizione di un anno fa a 10,3 milioni di unità, in calo solo del -1% e quasi prendendo il secondo posto da Hp. La quota di mercato è aumentata di 3 punti percentuali al 19% a causa della sovraperformance del mercato.

Per Apple MacOS le spedizioni hanno raggiunto 4,8 milioni di MacBook nel secondo trimestre, con una perdita del -13% rispetto al secondo trimestre del 2021 e del -21% rispetto al primo trimestre del 2022.

Acer ha mantenuto il 5° posto a livello globale nel secondo trimestre del 2022 con 4,4 milioni di pc notebook spediti, un calo del -16% anno su anno; sostanzialmente in pareggio con il mercato totale, Acer ha mantenuto una quota di mercato dell’8%.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Aziende

S
Strategy Analytics

Approfondimenti

M
mercato pc
N
notebook

Articolo 1 di 5