Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

IL LANCIO

Samsung: si alza il sipario sul Galaxy S8

Scompare il tasto home, display più grande (5,8 e 6,2 pollici contro i 5,1 dell’S7), sblocco con scansione dell’iride. Ed entro la fine dell’anno arriverà in Italia Samsung Pay. Valsecchi (Polimi): “Nuovo stile destinato a diventare standard”

29 Mar 2017

A.S.

Si accendono a New York i riflettori sul Samsung Galaxy S8, il nuovo smartphone top di gamma della casa Sud coreana, che con il nuovo modello vuole lasciarsi alle spalle il disastro del Note 7, ritirato dal mercato a causa di diversi casi di incendio durante la ricarica dovuti a un problema alla batteria. ”E’ stato un anno difficile per Samsung. Ma oggi siamo qui per celebrare un nuovo inizio, aprendo una nuova era per gli smartphone – afferma DJ Koh, presidente di Mobile Communication di Samsung – E’ un nuovo inizio per Samsung e per Galaxy”

Durante l’evento organizzato a New York la casa Sud coreana svela il Galaxy S8 e il S8+, i dispositivi che ”ridefiniscono la categoria degli smartphone”, con un design nuovo e un nuovo assistente vocale, Bixby, che “comprende, scrive e naviga per l’utente”. I Galaxy S8 e S8+ hanno un design in vetro senza cornice e sono disponibili nei modelli da 5,8 e 6,2 pollici. Sono muniti di “fotocamera premium“, utilizzano il primo processore “Octa Core” e possono essere sbloccati grazie al riconoscimento biometrico, con la scansione dell’iride e la funzione di riconoscimento del viso. Samsung S8 e S8+ sono accompagnati dal Gear VR con Controller in collaborazione con Oculus, e da nuovi auricolari ergonomici. Con il nuovo smartphone Samsung lancia “DeX” e “Gear 360“, con l’obiettivo di “semplificare la vita degli utenti”. DeX è la nuova soluzione Samsung che va incontro a chi lavora: compatibile con Galaxy S8 e S8+, Samsung DeX Station consente l’accesso istantaneo alle app, la modifica dei documenti e la navigazione collegando semplicemente lo smartphone a uno schermo più grande. Samsung Gear 360 è invece una videocamera che realizza video a 360 gradi: leggera e compatta, completa l’ecosistema Samsung per la realtà virtuale. Disponibile sul mercato europeo dal 28 aprile, per l’S8 partono da oggi le prenotazioni: il prezzo sarà di 829 e 929 euro. Tre i colori disponibili: Midnight Black, Orchid Gray e Arctic Silver.

“Con il lancio di oggi Samsung segna un nuovo traguardo nel campo dell’innovazione tecnologica e ribadisce la propria leadership con dispositivi che innalzano ulteriormente gli standard competitivi del settore mobile, e che sono destinati a diventare un vero e proprio punto di riferimento per tutti gli operatori del mercato – afferma Carlo Barlocco, presidente di Samsung Electronics Italia – Il Galaxy S8 e S8+ sono l’evoluzione di uno smartphone di assoluto successo per la nostra azienda quale è stato l’S7, un dispositivo – aggiunge – che ha segnato il record di vendita di sempre della famiglia Galaxy, e ci ha consentito nell’ultimo anno di consolidarci leader di mercato anche in Italia”.

Con l’S8 inizia quella che Samsung definisce come una “nuova era”, dopo che l’ultimo periodo è stato particolarmente travagliato per l’azienda. Oltre alla disfatta sul Note 7, che ha portato al ritiro di 3,1 milioni di pezzi e alla sospensione della produzione, nelle scorse settimane la società ha dovuto subire anche l’arresto del vicepresidente e rampollo della famiglia che controlla il gruppo, Lee Jae-Jong, implicato in uno scandalo che lo vede sotto accusa per corruzione e traffico di influenze, in una vicenda che ha portato alla destituzione della presidente della Corea del Sud, Park Geun-Hye.

“Il Galaxy S8 – afferma Marta Valsecchi, direttore dell’Osservatorio Mobile B2c Strategy del Politecnico di Milano si caratterizza per essere un device total display, con il tasto home fisico che sparisce e cornici ridottissime per sfruttare il più possibile la dimensione del dispositivo. Il motivo è semplice: massimizzare la dimensione dello schermo senza aumentare eccessivamente quella complessiva. Si tratta di una scelta fatta anche da altri produttori nei recenti lanci di nuovi smartphone e che delinea, quindi, una nuova tendenza stilistica destinata a diventare standard”.

A motivare questa scelta c’è il fatto che “sempre più gli smartphone vengono utilizzati per fruire di contenuti video, anche in alta definizione – prosegue Valsecchi – In Italia, secondo i dati di comScore, sono 18,4 milioni gli italiani dai 13 anni in su che dichiarano di fruire mensilmente di contenuti video da Mobile, dato in crescita del 14% rispetto all’anno precedente. Si tratta di oltre la metà (56%) dei possessori di smartphone, percentuale sostanzialmente in linea con quanto accade nel mercato US e superiore invece a quanto succede in Francia, Germania, Spagna e persino nel Regno Unito”.

Quanto alla fotocamera, “altra funzionalità ampiamente apprezzata dai consumatori e dunque driver di scelta dello smartphone – sottolinea Valsecchi – la fotocamera posteriore è sostanzialmente identica a quella, già di alta qualità, del modello precedente (il Galaxy S7), ma c’è un netto miglioramento di quella anteriore, sempre più usata per i selfie”.

Il nuovo assistente virtuale Bixby, inoltre, “promette un modello di interazione totalmente nuovo rispetto a quanto disponibile oggi sul mercato – conclude – Per questo sarà interessante valutarlo con attenzione. Gli assistenti virtuali sono, infatti, un passo decisivo per l’industria tecnologica. La competizione è accesa, perché rispondendo alle richieste degli utenti, i software immagazzinano una massiccia quantità di dati. E qualcuno ha già scritto che i dati sono il nuovo petrolio”.

Ma le novità in casa Samsung non si esauriscono con il lancio dell’S8: l’azienda infatti annuncia l’arrivo di nuovi servizi in Italia, a partire da quello destinato a lanciare la sfida a Apple sul fintech, Samsung Pay: “Samsung non tratterrà per sé alcun margine di intermediazione – spiega la Corriere della Sera il presidente della multinazionale per l’Italia Carlo Barlocco – Ma fornirà la tecnologia, basata sulla carica magnetica del telefono in grado di essere letta come codice a barre da tutti i lettori Pos, per lanciare anche in Italia Samsung Pay