INNOVAZIONE

Tecnologie emergenti: Roma cerca startup che rivoluzionino mobilità e turismo

Dopo la call for ideas, al via il bando promosso dalla Cte per lo sviluppo di soluzioni cittadine basate sulle nuove frontiere digitali, come AI, IoT, blockchain o 5G. Al programma di accelerazione saranno ammesse fino a 12 imprese

03 Ago 2022

Veronica Balocco

robot, intelligenza, smart city

E’ in partenza la seconda fase del progetto della Casa delle tecnologie emergenti (Cte) di Roma: dopo l’inaugurazione di maggio e la call for ideas, è stato pubblicato il primo avviso pubblico rivolto a start up e finalizzato alla promozione di applicazioni delle tecnologie emergenti e delle reti 5G adottabili nel contesto di Roma Capitale.

Il bando vuole creare un modello unico per la nascita, lo sviluppo e l’innovazione di nuove imprese nel territorio romano, puntando su due settori strategici per Roma Capitale: mobilità e servizi al turismo. “Lanciamo oggi il primo avviso per la selezione di start-up per le attività di accelerazione della Casa delle tecnologie emergenti di Roma, un importante passo per far crescere sempre di più il nostro ecosistema dell’innovazione e per favorire lo sviluppo di nuove soluzioni per la città”, spiega l’assessora alle Attività produttive, Monica Lucarelli. “Crediamo che le attività che abbiamo cominciato e che porteremmo avanti nei prossimi mesi possano supportare tanti giovani, innovatori e imprenditori in un percorso di crescita nel quale mettersi alla prova e nel quale trovare strumenti, tecnologie e conoscenze per sviluppare nuove soluzioni contribuendo così a uno sviluppo sostenibile e inclusivo della città”, aggiunge.

Programma di accelerazione per 12 imprese

Una commissione di esperti valuterà soluzioni progettuali innovative, scegliendo fino a dodici imprese che saranno ammesse al programma di accelerazione della Cte di Roma. Saranno premiati i progetti più convincenti rivolti allo sviluppo di soluzioni basate su tecnologie emergenti come intelligenza artificiale, internet of things, blockchain o tecnologie 5G applicate in ambito mobilità o turismo. Le start up selezionate avranno accesso a specifiche sessioni di presentazione della propria soluzione innovativa ai corporate della Cte di Roma (Acea, WindTre e Tim), parteciperanno ai percorsi di accelerazione, ai workshop tematici organizzati con i partner istituzionali e tecnici La Sapienza, Luiss Guido Carli, Roma “Tor Vergata” e Roma Tre, Innova srl, LVenture Group spa, Peekaboo srl e potranno contare sul supporto nella definizione e gestione di eventuali progetti di validazione della soluzione innovativa.

WHITEPAPER
Transizione 4.0 e PNRR: incentivi e agevolazioni, tutto quello che c'è da sapere
Logistica/Trasporti
Smart manufacturing

Nel corso di questo programma riceveranno un contributo, a titolo di rimborso spese sostenute per la progettualità premiata ed entrata a far parte del percorso di accelerazione. Le domande di partecipazione all’avviso pubblico potranno essere presentate online, su piattaforma dedicata di Roma Capitale, fino alle ore 18 del 16 settembre 2022.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5