IL PROGETTO

Smart Digital Navigator, parte da Trento la nuova sfida del Quadrato della Radio

La Provincia autonoma sigla un accordo con l’associazione presieduta da de Julio per spingere l’erogazione di servizi innovativi. Nei prossimi mesi il lancio della piattaforma, destinata anche agli amministratori locali, per la pianificazione di iniziative sul fronte della transizione digitale

Pubblicato il 20 Lug 2023

image

Sarà lo Smart digital navigator la prima iniziativa in cui si concretizzerà l’accordo per la promozione delle telecomunicazioni sottoscritto dalla Provincia autonoma di Trento e Quadrato della Radio.

Il memorandum, firmato dall’assessore provinciale allo sviluppo economico, ricerca e lavoro, Achille Spinelli, ha come fine ultimo il miglioramento della qualità della vita dei cittadini trentini. Lo sviluppo delle tlc è il mezzo per raggiungere l’obiettivo. “Con il Quadrato della Radio indirizzeremo gli sforzi comuni per supportare al meglio attività e progetti del processo di trasformazione del territorio e dei nostri stili di vita”, ha affermato Spinelli.

Lo Smart digital navigator, come spiegato da Umberto de Julio, presidente di Quadrato della Radio, è uno “strumento originale, destinato anche agli amministratori locali, utile nel percorso di pianificazione dei progetti avviati”.

Trento e Quadrato della Radio: focus su tlc e competenze

Il Quadrato della Radio è una libera associazione di persone, con sede presso la Fondazione Guglielmo Marconi a Villa Griffone, Pontecchio Marconi (Bologna), che ha nelle telecomunicazione il focus delle proprie attività.  “Il nostro obiettivo – afferma il presidente dell’associazione, Umberto de Julio – mira al miglioramento della qualità della vita e alla civile convivenza fra gli uomini”.

“La transizione digitale – ha affermato Spinelli – è un processo che necessità competenze ed esperienze in diversi settori”. La multidisciplinarietà è uno dei valori aggiunti dell’accordo con Quadrato della Radio e “ci aiuterà ad individuare le migliori soluzioni per gestire al meglio i processi che stiamo portando avanti, soprattutto nel settore strategico delle telecomunicazioni”.

Lo strumento dello Smart digital navigator  

L’intesa tra Provincia autonoma di Trento e Quadrato della Radio metterà in campo diverse attività finalizzate a favorire i diversi aspetti della transizione digitale. Già quest’anno verrà introdotto lo Smart digital navigator, “soluzione realizzata – come spiegano i responsabili di Quadrato della Radio – per rispondere ad una precisa esigenza: disporre di uno strumento facile di assistenza in grado di fornire indicazioni utili per chi è in navigazione lungo il percorso”.

Questo strumento, indica Nicola Barone di Quadrato della Radio, “innanzitutto offrirà indicazioni sul posizionamento attuale (chek-up digitale) e sulla scelta dei mezzi necessari per il viaggio (analisi dei finanziamenti e dei progetti esistenti), oltre che la stima della distanza da percorrere e del tempo richiesto per raggiungere i target (gap analysis). Non mancheranno suggerimenti su possibili percorsi alternativi (benchmark), l’evidenza delle sinergie con altri percorsi trasversali (es. transizione green ed energetica) e l’ottimizzazione del percorso (roadmap digitale)”.

Trentino distretto digitale 2026

L’intesa con il Quadrato della Radio, che dura fino al dicembre del 2026, si inserisce nell’ambito degli investimenti della Provincia autonoma di Trento su innovazione e digitale, e in particolare le risorse messe in campo dal Piano nazionale ripresa e resilienza (Pnrr). Le attività fanno riferimento ai documenti “Verso il Trentino distretto digitale 2026” e “Agenda digitale e per la semplificazione della Provincia autonoma di Trento 2022-2024”, che sono correlati con le indicazioni del governo italiano (“Italia digitale 2026”) e dell’Unione europea (“2030 Digital Compass: The European way for the digital decade”).

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articoli correlati

Articolo 1 di 4