L'INIZIATIVA

Smart mobility, la Lombardia stanzia 25 milioni: focus sui data analytics

Obiettivo dell’iniziativa è creare condizioni favorevoli alla sperimentazione e all’implementazione di soluzioni innovative in modo da offrire ai cittadini un’esperienza di trasporto accessibile, sicura e sostenibile

Pubblicato il 22 Dic 2023

smart mobility
Immagine di metamorworks da Shutterstock

Uno stanziamento di 25 milioni di euro per promuovere sul territorio lombardo condizioni favorevoli alla sperimentazione e all’implementazione di soluzioni innovative nel settore della mobilità tali da offrire ai cittadini, grazie alla condivisione intelligente dei dati, l’esperienza di una mobilità facilmente accessibile, sicura e sostenibile. Lo prevede una delibera approvata dalla Giunta, su proposta dell’assessore all’Università, Ricerca e Innovazione, Alessandro Fermi che avvia la fase 2 dell’iniziativa “Smart Mobility Data Driven”. La prima si era conclusa con l’ammissione di tutti i soggetti pubblici, prevalentemente enti locali, che hanno proposto soluzioni innovative e di eccellenza.

L’assessore Fermi: “Bando innovativo”

“E’ un bando molto innovativo perché parliamo di mobilità intelligente, sostenibile e accessibile. Al di là del cospicuo finanziamento, sottolineo il fatto che si tratta di un bando inclusivo, che promuove l’aggregazione e la cooperazione tra soggetti, anche per razionalizzare i costi – spiega l’assessore all’Università, Ricerca, Innovazione di Regione Lombardia Alessandro Fermi – Inoltre, i progetti presentati dovranno essere basati sull’uso intelligente dei dati mediante l’innovativo ecosistema regionale di scambio dati E015 (requisito obbligatorio e premiante). Questo bando è frutto della Politica di Innovazione responsabile, visto che è nato da un processo di Citizen engagement che raccoglie le raccomandazioni di un panel di cittadini”.

WHITEPAPER
[White Paper] Vinci le sfide di oggi con la Digital Supply Chain
Supply Chain Management
Smart logistic

L’importo dei progetti

I progetti dovranno prevedere un importo minimo di spesa ammissibile pari a 800.000 euro con un contributo concedibile pari al 100% delle spese ammissibili con un tetto massimo pari a 2,5 milioni di euro; comportare investimenti sul territorio lombardo per la realizzazione di nuovi servizi di mobilità di interesse pubblico; essere sviluppati in uno solo degli Ambiti di innovazione indicati; mettere a disposizione di tutti i soggetti pubblici e privati aderenti all’Ecosistema digitale E015 i dati prodotti in ambito mobilità.

Gli ambiti di innovazione previsti sono la mobilità intelligente con interventi per la qualità e la sicurezza degli spostamenti, con ricadute positive anche sull’ambiente, mediante l’uso di tecnologie digitali intelligenti e/o sperimentazione di veicoli a guida semi-assistita/autonoma; mobilità sostenibile con la realizzazione di infrastrutture digitali per incentivare e favorire la mobilità sostenibile tramite pianificazione data driven; la mobilità accessibile tramite la connessione di territori attraverso tecnologie e infrastrutture digitali che offrono nuovi modelli di mobilità basati sui bisogni degli utenti.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articolo 1 di 3