Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

LA NOVITA'

Snap lancia Spectacles 3, i nuovi occhiali per la realtà aumentata

Dotati di doppia fotocamera Hd, verranno commercializzati a partire dall’autunno a 380 dollari

14 Ago 2019

Antonio Dini

Il social network più anomalo della rete fa un altro passo avanti nella sua strategia inedita e presenta la terza generazione dei suoi occhiali da sole smart, gli Spectacles, mix tra “occhiali” e “spettacolo”. Snap, l’azienda che ha cambiato nome per differenziare i suoi interessi più ampi da quelli di Snapchat, il suo primo prodotto, non naviga in ottime acque, ma non per questo ha rinunciato alla sua originalità e desiderio di innovazione.

Copiata da tutti (la maggior parte delle funzioni di Instagram e degli altri social si vedono sempre prima su Snapchat), Snap si definisce “una azienda che si occupa di fotografia online” e non smette di cercare strade diverse per trattare le immagini nell’era digitale e delle reti.

Ieri l’annuncio: una nuova versione degli Spectacles, gli occhiali da sole smart che possono registrare foto e video e caricarlo direttamente su Snapchat. Snap finora non ha fatto molti soldi con la sua divisione hardware che produce gli occhiali. E nel 2017 ha registrato 40 milioni di dollari di perdite con occhiali invenduti.

I nuovi Spectacles 3, che verranno commercializzati a partire dal questo autunno, costeranno 380 dollari (340 euro Iva esclusa), cioè quasi il doppio della versione precedente che costava 200 dollari, 178 euro Iva esclusa). Avranno due videocamere per aggiungere profondità e tridimensionalità alle foto e ai video. Dopo aver caricato il contenuto registrato sulla app Snapchat nel telefonino di chi li utilizza, sarà possibile aggiungere nuovi effetti di luce, cambiare gli sfondi, sfocare, aggiungere effetti tridimensionali.

Snap con la sua app per telefonini ha già guadagnato una discreta notorietà grazie ai primi effetti di realtà aumentata di buona fattura, dando la possibilità agli utenti di aggiungere effetti in tempo reale sulle foto come orecchie e musi da cani, gatti e conigli sul viso degli utilizzatori, o addirittura alterare la forma del viso per far cambiare virtualmente genere all’utilizzatore.

Gli utenti di Snap stanno crescendo: nel secondo trimestre se ne sono aggiunti altri 13 milioni, dei quali almeno 9 utilizzano i nuovi occhiali di realtà aumentata. Snap ha anche annunciato la settimana scorsa che ha ricevuto un nuovo giro di finanziamenti per un totale di 1,1 miliardi di dollari, per portare avanti le tecnologie di realtà aumentata e fare delle acquisizioni tecnologiche.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

O
occhiali
R
realtà aumentata
S
snap
S
spectacles

Articolo 1 di 4