NUOVE FRONTIERE DEL GAMING

Sony battezza Playstation Studios, la unit dedicata al mobile gaming

L’azienda punta a diversificare il business, la divisione Console sarà autonoma. Avanti tutta sulle acquisizioni: è la volta di Savage Game Studios, allo studio un videogioco “live service”

30 Ago 2022

Lorenzo Forlani

mobile-gaming-game-120111145915

Sony ha annunciato lunedì scorso l’apertura di una nuova divisione Playstation Studios mobile. Sarà totalmente indipendente dalla già esistente divisione Console ed ha l’obiettivo di diversificare il proprio business, concentrandosi maggiormente sul mobile gaming, che secondo Newzoo attira circa la metà dei 197 miliardi di dollari che vale il mercato mondiale dei videogiochi, contro il 27% del settore Console. Lo riporta Cnbc, aggiungendo poi che Sony nella stessa giornata ha annunciato anche l’acquisizione di Savage Game Studios, sviluppatore di mobile gaming con sede in Germania e Finlandia.

Diversificazione per far fronte al calo dei ricavi

Si tratta di una spinta alla diversificazione in qualche modo attesa, se è vero che – esaurita la spinta propulsiva del boom di vendite in periodo di pandemia, nel quale milioni di persone sono rimaste a casa a giocare ai videogames – il secondo quadrimestre del 2022 è stato avaro di soddisfazioni dal punto di vista delle vendite, con un -13% rispetto all’anno precedente, e che la stessa azienda sta rivendendo al ribasso le proprie stime sui profitti a fine anno, ridimensionati anche per via di seri problemi nella supply chain, che rendono tuttora difficile per Sony soddisfare la domanda di Playstation 5, la sua ultima console.

17 novembre, milano
Spalanca le porte all’innovazione digitale! Partecipa a MADE IN DIGItaly

E’ proprio grazie alla storica console che Sony domina da anni il mercato. Quest’ultimo tuttavia si sta evolvendo a grande velocità e l’azienda giapponese ha dichiarato di voler portare dall’attuale 25% al 50% la quota di videogiochi per pc e mobile, entro il 2025. Perché ciò accada, sostiene Serkan Toto, ceo dell’agenzia di consulenza sull’industria del gaming, Kantan Games, “Sony deve scommettere in modo pesante sul mobile gaming”.

L’acquisto di Savage Game Studios

In questa direzione va anche l’acquisto dello sviluppatore Savage Game Studios. “Playstation Studios deve continuare ad espandersi e a diversificare l’offerta al di là delle console, portando nuovi incredibili videogiochi ad un numero sempre più ampio di persone”, ha commentato Hermen Hulst, a capo della neonata divisione. “L’acquisizione della talentuosa squadra di Savage Game Studios è un altro passo strategico in quella direzione”, ha aggiunto. In merito, Sony ha fatto sapere che la stessa Savage Game Studios starebbe lavorando ad un “inedito videogioco d’azione a mobile live service di livello Aaa”, cioè il massimo. Un videogioco “live service” consiste in un titolo sul quale gli sviluppatori realizzano continuamente dei nuovi aggiornamenti, aggiungendo contenuti nel corso del tempo, in modo da estendere il suo tempo d’utilizzo, generando più ricavi in un arco di tempo più lungo.

Sony non è il primo produttore di console a fare dei passi decisi verso il mobile gaming. Anche Microsoft, con la sua divisione Xbox, ha iniziato ad esplorare il settore, e lo stesso vale per Nintendo, che negli ultimi tre anni ha iniziato a concentrarsi sui videogames adatti a schermi più piccoli (come quello del cellulare, ndr). Nella contesa Sony troverà due nuovi competitor, cioè i giganti cinesi Tencent e NetEase, tra i principali attori nel mondo del gaming mobile.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5