Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Spese IT della PA, Mibact “campione” di utilizzo di Consip

Con l’83% di acquisti centralizzati è il ministero dei Beni culturali il più “virtuoso”. Seguono Sviluppo ed Esteri. Il governo spinge sulla piattaforma per aumentare i tagli di costi pubblici

12 Gen 2016

A.S.

Sarà il sistema di centralizzazione degli acquisti della PA il mezzo attraverso il quale sarà possibile realizzare ulteriori risparmi di spesa nel pubblico, che andranno a sommarsi a quelli già previsti dalla legge di Stabilità per gli anni 2016-2018. Come ricostruisce il Sole24ore basandosi sulla relazione tecnica al testo finale della legge di stabilità, il governo punta a una contrazione di 103 milioni l’anno (fino appunto al 2018). Un percorso “virtuoso” che registra per il 2016 il Miur come “campione” deii tagli (28,1 milioni), seguirto dalla Giustizia (20,2 milioni), dal Viminale (18,6 milioni) e dalla Difesa (13,9).

Sul fronte acquisti effettuati attraverso piattaforma Consip è il Mibact ad aver utilizzato di più questo strumento: l’83,3% di prodotti e soluzioni IT è stato acquistato online, secondo i dati 2014 per le categorie merceologiche trattate con le convenzioni quadro o nell’ambito del mercato elettronico degli acquisti. Al secondo posto il ministero dello Sviluppo economico con il 70,8%. Poi gli Esteri (45,1%) e il Lavoro (43,9%).

Per quanto riguarda il volume di spesa gestito attraverso Consip il flusso maggiore è stato raggiunto dallla Difesa con 302,8 milioni sui 927,3 complessivi. Poi l’Istruzione (245,8 milioni su 762,1) e la Giustizia (150,8 milioni su 402,1).

I dati 2014 evidenziano una propensione alla centralizzazione degli acquisti con ampi margini di miglioramento. La tendenza sembra però destinata a mutare dal momento che i risparmi previsti dal rafforzamento degli acquisti Consip sarà di 216,4 milioni nel 2016, per salire a 697,3 milioni per il 2017 e il 2018, in attesa delle ulteriori riduzioni di spesa che verranno dalla limitazione del dispositivo a sole 34 stazioni appaltanti.

Articolo 1 di 5