Startup italiane nel mirino di Microsoft, Nadella: "Pronti ad investire" - CorCom

Startup italiane nel mirino di Microsoft, Nadella: “Pronti ad investire”

Il ceo a Roma per il lancio del progetto GrowITuP a sostegno delle imprese innovative. Ancora nessuna informazione sulla cifra degli investimenti, ma tra i partner che hanno già aderito all’iniziativa spiccano big del calibro di Eni, Enel e Generali

12 Nov 2015

Andrea Frollà

Parte da Roma il primo viaggio europeo di Satya Nadella in qualità di ceo Microsoft. Il manager della compagnia hi-tech ha scelto l’Italia per esportare in Europa la campagna di sensibilizzazione sull’importanza di innovazione e tecnologie sul piano della crescita e dell’occupazione di qualsiasi paese.

Nadella è infatti da oggi nella Capitale per il lancio del progetto GrowITuP, ideato per selezionare le startup italiane più promettenti e consentir loro di sviluppare modelli di business competitivi sui mercati internazionali e trovare i finanziamenti necessari. Non un incubatore, ma una piattaforma che lavori con incubatori e finanziatori per far crescere le nuove società.

Un centinaio di startup innovative saranno ammesse al nuovo campus che sorgerà a Milano, dove ci sarà la possibilità di partecipare ad incontri e workshop con figure d’eccellenza delle divisioni Microsoft e di altre grandi aziende italiane, tra cui Unicredit, Enel, Eni, Benetton e Technogym. Saranno però 10, con altre 10 aggiunte ogni 6 mesi, le imprese 2.0. che saranno selezionate da un consiglio di esperti e ammesse alle candidature per i finanziamenti, il cui meccanismo di elargizione sarà gestito da Invitalia, che in due anni ha già sostenuto oltre 600 startup.

L’iniziativa, che ha come partner Fondazione Cariplo e Invitalia, sarà preceduta da un forum al Parco della Musica, organizzato dal ceo di Microsoft Italia Carlo Purassanta, che coinvolgerà circa 5mila tra studenti, sviluppatori It e CxO. Si chiamerà Future Decoded e nelle intenzioni di Nadella l’evento verrà presto replicato in altri paesi europei, come Francia e Germania. Proprio nel paese tedesco il ceo di Microsoft ha annunciato il lancio di un’iniziativa per proteggere la privacy dei clienti e la sicurezza informatica.

In un’intervista concessa al Sole24Ore il manager si è detto “entusiasta di poter fare tesoro dell’esperienza delle startup italiane per aiutare i nuovi imprenditori del paese ad avanzare grazie al digitale” Nadella, che da febbraio 2014 è passato da responsabile dell’area cloud del gruppo a chief executive, non ha ancora fornito cifre ufficiali sugli investimenti in GrowITUp, come fatto invece per l’universo delle startup francesi. Infine ha spiegato anche la nuova strada che Microsoft sta cercando di intraprendere: “La nostra missione è dare alle persone e alle organizzazioni a livello globale la possibilità di fare di più, dando loro gli strumenti per esprimere il proprio potenziale”.