Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

LA POLEMICA

Swatch ai ferri corti con Samsung: “Copia i quadranti per gli smartwatch”

La denuncia, presentata negli Stati Uniti, lamenta che sia stato “clonato” il design proposto dei modelli Tissot, Omega, Longines e Swatch, e chiede di indagare per concorrenza sleale e pratiche commerciali scorrette

26 Feb 2019

Antonio Dini

Mentre Samsung accelera nella sua rincorsa al primo della classe, L’Apple Watch progettato a Cupertino che ha guadagnato il podio per quanto riguarda non solo la categoria degli orologi smart e ha seriamente ipotecato il mercato dei dispositivi per la salute e il benessere da polso, arriva il fulmine a ciel sereno dalla svizzera.

Il gruppo Swatch ha infatti presentato una denuncia contro Samsung Electronics e Samsung Electronics America, affermando che le due società hanno violato il suo marchio sui disegni per i quadranti scaricabili degli orologi smart.

Il più grande produttore svizzero di segnatempo, che controlla decine di marchi e di fornitori di componenti, ha infatti affermato che i quadranti dell’azienda coreana hanno “segni identici o virtualmente identici” rispetto a quelli dei marchi commerciali che Swatch possiede, tra i quali Longines, Omega, Swatch e Tissot.

“Questa scopiazzatura dei nostri marchi – affermano i legali del gruppo Swatch in una memoria depositata alla corte del distretto sud di New York, secondo quanto raccolto dall’agenzia stampa Reuters – può avere un solo scopo: far scambiare in modo ingannevole negli occhi dei consumatori la fama, la reputazione e la buona volontà dei prodotti e dei marchi delle società Swatch Group costruite con cura per decenni”.

Swatch, che nella denuncia ha richiesto di andare a processo, lamenta anche la concorrenza sleale e le pratiche commerciali scorrette. L’azienda svizzera, come il colosso coreano, non si sono rese disponibili per commento la notizia della causa legale. Non è la prima volta però che Samsung ha problemi per quanto riguarda i suoi prodotti in casi di presunta copia: anche con gli smartphone l’azienda coreana si è a lungo scontrata nei tribunali di mezzo mondo con l’americana Apple, rispondendo all’accusa di aver copiato il design dei prodotti realizzati a Cupertino per realizzare i suoi smartphone.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Aziende

S
samsung
S
swatch

Approfondimenti

S
smartwatch