Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

WEB TAX

Tasse in vista anche per Netflix, giro di vite dell’Europarlamento

Una risoluzione approvata oggi nella plenaria a Strasburgo prevede di aggiungere le piattaforme digitali all’elenco dei servizi tassati. Prossima tappa l’ok del Consiglio

13 Dic 2018

Tasse anche per Netflix, con le regole proposte dal Parlamento Ue. L’Eurocamera vuole ampliare il campo di applicazione delle direttive sulla tassazione delle imprese digitali nell’Ue, includendo anche le piattaforme come Netflix: lo chiede la risoluzione approvata oggi nella plenaria a Strasburgo, con 451 voti a favore, 69 contrari e 64 astenuti.

Il Pe vuole che all’elenco dei servizi digitali che possono essere tassati sia aggiunto anche quello della fornitura di contenuti digitali “come video, audio, giochi o testi che utilizzano un’interfaccia digitale”, come ad esempio la piattaforma dell’azienda guidata da Reed Hastings.

Il Parlamento sottolinea che la Dst (digital services tax) è una misura temporanea. E dato che in materia di fiscalità l’aula ha solo un ruolo consultivo, la proposta adottata verrà ora trasmesse al Consiglio a cui spetta decidere all’unanimità.

Nella risoluzione approvata oggi si propone anche di ridurre la soglia minima, a 40 mln di euro (la Commissione Ue aveva proposto 50 milioni), al di sopra della quale i redditi di una società sono soggetti a tassazione.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

N
netflix
P
parlamento ue
W
web tax

Articolo 1 di 3