Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

L'ACCORDO

Tecnologie testo-voce: i sistemi di PerVoice a servizio di Sky Italia

La controllata di Almawave gestirà il progetto digitale per la sottotitolazione delle clip video pubblicate sui siti di news, sport e entertainment. Il ceo Paravento: “Automatic speech recognition strumento importante per migliorare i servizi e la relazione con i clienti”

29 Ott 2019

F. Me.

Tecnologia PerVoice per le “pillole” di Sky italia. La controllata italiana di Almawave, attiva nel settore delle tecnologie di riconoscimento vocale , è stata scelta dal broadcaster per la sottotitolazione delle clip video pubblicate sui siti editoriali di News, Sport e Entertainment che consente alla media company il controllo di ogni fase del processo produttivo grazie al workflow integrato con i propri sistemi di back-end.

“Il campo dell’Automatic Speech Recognition rappresenta uno strumento importante per migliorare i servizi e la relazione con i cittadini e i clienti – spiega il ceo di PerVoice, Paolo Paravento – La valenza sociale delle nostre tecnologie all’avanguardia basate su sistemi di ultima generazione che supportano oltre 30 linguaggi sempre più viene considerata un valore dalle realtà più attente e innovative”.

Oltre che per Sky Italia, Per Voice mette a disposizione i suoi sistemi per la Rai: la tv pubblica ha assegnato alla società la fornitura e lo sviluppo di una piattaforma di sottotitolazione semi-automatica dei Tg Regionali in modalità sperimentale live e batch, integrata con i processi produttivi di messa in onda.

Per il Comune di Roma, invece, PerVoice sottotitola le sedute dell’Assemblea Capitolina in diretta streaming affiancando l’interpretazione LIS ripresa a video, consentendo così alle persone con disabilità uditive di partecipare sempre più attivamente alla vita politica della città.

 Generali Assicurazioni ha invece utilizzato i sistemi PerVoice durante le assemblee degli azionisti per permettere l’accesso immediato ai contenuti da parte dei disabili uditivi, o non di madrelingua italiana, in modo da poter porre domande dal vivo ed esprimere il proprio voto.

“Lavorare con aziende e mministrazioni di tale importanza su fronti così avanzati, potendo dimostrare la qualità delle nostre tecnologie, è fonte di orgoglio – commenta Valeria Sandei, vicepresidente PerVoice e ceo Almawave – che cresce considerando l’importante aspetto di inclusione sociale dei progetti”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Personaggi

V
valeria sandei

Aziende

A
almawave
P
pervoice

Articolo 1 di 5