Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

LA TRIMESTRALE

Telefonica, raddoppiano gli utili grazie alla cessione di O2

L’utile netto sale del 162% rispetto al 2014, e tocca quota 1,802 miliardi di euro contro i 688 milioni dell’anno precedente. In vista il ritorno alla crescita anche in Spagna

14 Mag 2015

A.S.

Utili in forte aumento per Telefonica nel primo trimestre 2015. L’operatore ha registrato una crescita dell’utile netto a 1,802 miliardi di euro (+162%), rispetto ai 688 milioni di euro dello stesso periodo del 2014. L’utile per azione è salito a 0,38 euro, rispetto a 0,14 euro di un anno fa, mentre i ricavi sono aumentati del 12,6 per cento a 11,543 miliardi di euro, rispetto a 10,251 miliardi di euro dello scorso anno. La crescita organica dei ricavi è stata del 3,3 per cento. A spingere in positivo i risultati del colosso spagnolo delle tlc ha contribuito in maniera determinante la cessione, per 14 miliardi di euro, dell’operatore mobile britannico O2 ad Hutchison Whampoa.

In questo modo la seconda più grande compagnia telefonica europea ha superato le aspettative delgi analisti, con le attività in Spagna che continuano a recuperare terreno. Proprio in Spagna Telefonica prevede di tornare alla crescita nel 2015, proseguendo nella strategia che le ha consentito lo scorso anno di rallentare l’andamento negativo dei conti. Una ripresa, quella iberica, che sarà resa possibile, nelle previsioni dell’operatore, principalmente dalla crescita economica del Paese, destinata secondo le previsione a superare la media Ue. Una circostanza che potrebbe consentire all’operatore di iniziare a far salire i prezzi dei servizi.

La crescita prevista nel mercato spagnolo dipenderà in parte anche dall’integrazione con “Dts Distribuidora de Television Digital SA“, la Pay Tv acquistata in aprile, in un’operazione che mette Telefonica nella condizione di contare su una quota di mercato dell’85% del mercato spagnolo della tv a pagamento.

L’operatore è ora impegnato nel completamento dell’acquisizione sul mercato brasiliano dell’operatore broadband Gvt, già approvata dalle authority regolatorie, e della vendita di O2 nel Regno unito. Proprio gli utili derivanti dalla cessione di O2 hanno consentito a Telefonica di ridurre il debito al target di circa 31.7 miliardi di euro.


Argomenti trattati

Approfondimenti

H
hutchison whampoa
O
o2
T
telefonica

Articolo 1 di 5