LE STIME

Trasporto aereo, si torna a investire nell’IT dopo lo standby del Covid

Oltre l’80% di compagnie aeree e aeroporti prevede un aumento della spesa in digitale e sostenibilità. Cybersecurity e cloud al top dei finanziamenti in R&S entro il 2024. Lo scenario fotografato nel report di Sita

12 Gen 2022

L. O.

Schermata 2022-01-12 alle 15.21.54

Aeroporti e compagnie aeree tornano a investire in IT. Emerge dal rapporto 2021 Air Transport IT Insight di Sita, secondo cui il 2022 sarà l’anno in cui, dopo lo “standby” causato dal Covid nel 2020, le aziende del trasporto aereo riprenderanno a finanziare la spesa in tecnologia nonostante il budget a disposizione rispetto al 2021 rimanga invariato.

Spinta all’automazione dei processi

Se si compara al 2021, la maggioranza delle compagnie aeree (84%) e degli aeroporti (81%) prevedono la stessa, se non maggiore, spesa in tecnologia nel 2022.  In particolare, la spesa in sistemi di automazione dei processi per i passeggeri subisce un considerevole aumento. Lo stesso dato nel 2021 era il 56% per le aerolinee e il 67% per gli scali.

WHITEPAPER
Valorizza i dati del tuo cloud e scopri i benefici per la tua azienda!
Big Data
Cloud

Automatizzazione dei controlli sanitari

Durante il 2021 il personale dell’81% delle compagnie aeree ha verificato manualmente i certificati sanitari in formato cartaceo o scannerizzato. Questo dato cambierà nel 2022, grazie al processo di automatizzazione in corso e per i prossimi tre anni: il 51% delle aerolinee già investe nei controlli tramite app e il 45% in verifiche sanitarie con i chioschi self service. Quasi un terzo ha in programma la verifica tramite chioschi entro il 2024.

Gli investimenti delle compagnie aeree stanno anche aumentando in aree come il self-service tramite cellulari, la consegna non assistita dei bagagli, i gate d’imbarco e le notifiche dei bagagli. Quasi tre quarti (74%) degli aeroporti sta già investendo in soluzioni di gestione dell’identità biometrica dei passeggeri per aumentare la sicurezza e l’efficienza nell’era del Covid-19.

Le priorità per aeroporti e compagnie

Sono tre le priorità top per compagnie e aeroporti sul fronte IT services. Il 100% delle compagnie mette al primo posto iniziative nella cybersecurity seguite (95%) da servizi cloud e applicazioni mobili per i passeggeri (all’88%). Ancora, spiccano nell’agenda dei Cio delle compagnie aeree i sistemi per la manutenzione dei velivoli, la business intelligence, le app per i piloti.

“L’industria si trova ad affrontare pressionicon l’urgente necessità di ridurre i costi e ottimizzare l’efficienza operativa, mentre al contempo supera i nuovi ostacoli operativi connessi alla pandemia – dice David Lavorel, Ceo di Sita AT Airports & borders -. Inoltre, la sostenibilità è una preoccupazione costante per l’industria, che riconosce sempre di più che la trasformazione deve avvenire oggi per raggiungere gli obiettivi di riduzione delle emissioni di domani. La tecnologia intelligente, l’automazione e la digitalizzazione sono gli unici modi in cui il nostro settore può trovare il giusto equilibrio tra redditività, sicurezza e sostenibilità”.

Strategie per la sostenibilità

La sostenibilità sale sul podio dell’agenda IT con il 56% delle compagnie aeree che implementa nuove tecnologie per  migliorare l’efficienza in volo, ridurre il consumo di carburante tramite i dati sulle rotte e per ridurre le emissioni di carbonio di tipo 1 e 2 del protocollo Green House Gas Protocol, che si concentra sulle emissioni dirette da fonti possedute o controllate e sulle emissioni indirette dalla generazione di energia acquistata. Un terzo delle compagnie aeree (32%) prevede di farlo entro il 2024.

La sostenibilità è altrettanto importante per gli aeroporti, che si attiveranno per la costruzione di infrastrutture aeroportuali (spazi verdi, uso di luce naturale ed energia rinnovabile), punti di riciclaggio ampiamente disponibili, tecnologia e automazione intelligente degli edifici.

“I dati dell’industria stimano che migliorare le operazioni e le infrastrutture dell’aviazione potrebbe ridurre le emissioni fino al 10% – dice Sébastien Fabre, Ceo di Sita for Aircraft -. Gli aeroporti e le compagnie aeree possono ottenere risparmi significativi sulle emissioni quasi immediatamente e allo stesso tempo rendere le loro organizzazioni a prova di futuro, investendo nelle tecnologie all’avanguardia che forniscono queste efficienze”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Aziende

S
Sita

Approfondimenti

C
Cloud
I
intelligenza artificiale
T
trasporto aereo

Articolo 1 di 3