IL DEAL DA 44 MILIARDI

Twitter punta a chiudere prima possibile l’operazione Musk

Depositato il proxy statement alla Sec: rispetto del prezzo concordato e delle tempistiche. Ma il patron di Tesla e SpaceX vuole vederci chiaro sulla quantità di account fake che potrebbero essere addirittura il 20%

17 Mag 2022

Mi Fio

musk

Twitter è impegnata a completare la la vendita a Elon Musk al prezzo concordato e nei tempi più rapidi praticabili: è quanto comunica la società in una nota in cui annuncia di aver depositato presso la Sec il “proxy statement”, ossia la documentazione agli azionisti chiamati ad approvare il deal da 44 miliardi di dollari. Il documento depositato “contiene informazioni importanti tra cui il background e le ragioni della transazione di Twitter con Musk”, si legge nella nota. Eppure Musk – secondo quanto apprende Bloomberg – non escluderebbe la possibilità di rinegoziare i termini dell’acquisizione e riterebbe che un accordo a un prezzo inferiore non sarebbe affatto fuori questione. 

Twitter in calo a Wall Street

Il titolo del social network ha intanto perso il 2,4% al pre-market di Wall Street – che si aggiuge al crollo dei giorni scorsi (solo ieri dell’8,4%) a causa delle esternazioni di Elon Musk. In un tweet il fondatore di Tesla e SpaceX ha puntualizzato che l’acquisizione sarà finalizzata solo se i dati forniti da Twitter alla Sec, la Consob americana, sugli account fake sono corretti e se dunque i profili falsi siano inferiori al 5%.

WHITEPAPER
Come evolve l’Open Banking? Diventa Open Finance: scopri di più
Amministrazione/Finanza/Controllo
Digital Transformation

Gli account fake su Twitter

Secondo Musk i profili falsi “potrebbero essere molto più alti” indicando addirittura una percentuale del 20%, “quattro volte quelli indicati da Twitter”. “Twitter dovrebbe apprezzare una validazione esterna se le sue affermazioni sono vere”.

Non è possibile dare all’esterno la stima degli account spam di Twitter in quanto sarebbe necessario condividere anche informazioni private degli utenti”, ha dichiarato il ceo di Twitter Parag Agrawal. “Non crediamo che questa stima specifica possa essere effettuata esternamente, vista la necessità di utilizzare informazioni pubbliche e private che non possiamo condividere”, ha puntualizzato Agrawal. “Internamente, non è nemmeno possibile sapere quali account vengono conteggiati in un dato giorno. Sapere i dati sugli account spam di Twitter è fondamentale per la salute finanziaria di Twitter”, ha replicato Elon Musk.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Personaggi

E
Elon Musk

Aziende

T
twitter

Approfondimenti

S
social network

Articolo 1 di 5