Via a Grow with Google Milano, le skill del futuro a portata di impresa - CorCom

L'INIZIATIVA

Via a Grow with Google Milano, le skill del futuro a portata di impresa

Fino al 7 ottobre seminari gratuiti per diffondere le competenze digitali tra le aziende. In mostra le collezioni digitalizzate di 15 musei milanesi

02 Ott 2018

Competenze digitali e digital marketing a portata di imprese e cittadini. Ma anche arte in formato digital aperta a tutti. E’ il fulcro di Grow with Google Milano, progetto per la diffusione di skill per l’economia del futuro, in corso a Milano – Palazzo Giureconsulti – fino al 7 ottobre.

L’iniziativa è stata presentata alla presenza di Fabio Vaccarono Managing Director Google Italy, Roberta Cocco assessore a Trasformazione digitale e Servizi civici, Filippo del Corno assessore alla Cultura e Valeria Gerli componente della Giunta della Camera di Commercio Milano Monza Brianza Lodi e Presidente Gitec e Luisella Mazza responsabile Operations di Google Arts & Culture.  “Le competenze digitali contribuiscono in modo fondamentale a creare nuove opportunità di crescita e rappresentano un valore concreto per l’accesso al mondo del lavoro – ha detto Vaccarono -. Per le imprese, internet rappresenta un trampolino sul mondo, per il mondo della cultura ​​il web può ​diventare un ​potente ​abilitatore ​dell’immenso patrimonio del nostro ​P​aese”.

Grow with Google Milano si compone di seminari gratuiti per diffondere le competenze digitali e di digital marketing tra le imprese e le istituzioni culturali della città e di uno spazio fisico temporaneo che ospita la mostra digitale Milano Città d’Arte. Cittadini, turisti e appassionati d’arte potranno ammirare gratuitamente, in un percorso interattivo, le opere digitalizzate in altissima risoluzione, custodite in 15 musei milanesi che oggi fanno il loro debutto online sulla piattaforma Google Arts&Culture.  L’iniziativa ha il patrocinio del Comune di Milano.

Gli imprenditori locali che parteciperanno ai corsi potranno acquisire le competenze necessarie per creare un sito web, posizionarsi sulle mappe online, avviare un e-commerce, utilizzare gli strumenti di promozione digitale e sfruttare al meglio i dispositivi mobili. Allo stesso tempo, i rappresentanti delle istituzioni culturali potranno approfondire gli strumenti che Google mette a disposizione per promuovere il proprio museo o associazione culturale sul web.

WHITEPAPER
Costruire agilità in modo rapido per la tua azienda: 5 passi essenziali
Digital Transformation
Storage

Verrà inoltre messo a disposizione, gratuitamente, un servizio di “Digital Check-up”, durante il quale sarà possibile spiegare a un esperto le proprie esigenze e impostare insieme la strategia digitale su misura per la propria azienda. La priorità è chiara: ascoltare le esigenze degli imprenditori, capire le loro difficoltà nel processo di trasformazione e offrire strumenti capaci di portare un vero miglioramento.

Non basta: 15 musei milanesi – tra gli altri la Galleria Civica d’Arte Moderna, il Castello Sforzesco, il Museo del Novecento – portano le loro collezioni online su Google Arts & Culture, piattaforma tecnologica sviluppata da Google per promuovere e preservare la cultura sul web. Gli utenti, in ogni parte del mondo, potranno così accedere a oltre 80 mostre digitali, piu di 3000 immagini  di cui più di 320 opere d’arte digitalizzate in altissima risoluzione attraverso Art Camera. Senza dimenticare 13 nuove Street View tour tra i musei milanesi, che vanno dalle merlate del Castello Sforzesco, all’Hangar Bicocca con l’installazione permanente site-specific i Sette Palazzi Celesti di Anselm Kiefer.

La sala delle Colonne del Palazzo Giureconsulti si trasforma in uno spazio interattivo che ospita la mostra  “Milano Città d’Arte”. All’interno dello spazio, i visitatori potranno ammirare le collezioni e gli spazi dei musei milanesi come mai viste prima, attraverso schermi interattivi scoprirne in altissima risoluzione i dettagli più nascosti, con Cardboard e Daydream esplorare le opere in realtà virtuale, e infine accedere a postazioni touch screen per esplorare le storie e i contenuti accessibili anche online su g.co/milanoartlover.

Saranno inoltre disponibili anche alcune delle tecnologie impiegate per digitalizzare le opere, in particolare Art camera, la fotocamera digitale che per le riprese ad altissima risoluzione che per la prima volta arriva a Milano e il Google Trolley, per le riprese Street View.

@RIPRODUZIONE RISERVATA