Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

TRASPORTI

Voli a prova di drone, gli aeroporti di Londra investono su sistemi di sicurezza

Dopo il blocco di circa 1.000 voli registrati durante le festività, Heathrow e Gatwick pronti a finanziare con milioni di sterline tecnologie in grado di proteggere il traffico aereo

04 Gen 2019

Il Regno Unito scommette sulle tecnologie anti-drone. I due principali aeroporti, Heathrow e Gatwick, sono pronti ad investire milioni di sterline in attrezzature a garanzia della sicurezza dei voli dopo le interruzioni del traffico aereo causate da allarmi multipli poco prima Natale a Gatwick.

Il secondo aeroporto più trafficato del Regno Unito, nel sud di Londra, è stato costretto a cancellare o deviare un migliaio di voli tra il 19 e il 21 dicembre, colpendo 140mila viaggiatori. L’esercito è stato chiamato come rinforzo per garantire la sicurezza del sito.

“Abbiamo investito diversi milioni di sterline nelle attrezzature e nella tecnologia che le forze armate hanno schierato durante il periodo natalizio”, ha detto un portavoce di Gatwick, senza dare maggiori dettagli, ma indicando solo che si tratta di ‘protezione equivalente’ a quella fornita dall’esercito.

Anche l’aeroporto più grande del Regno Unito, Heathrow (West London) prevede anche di investire diversi milioni di sterline in attrezzature anti-drone. “La sicurezza dei nostri passeggeri e dei nostri colleghi rimane per noi la massima priorità”, ha affermato un portavoce. “Lavorando a stretto contatto con le autorità competenti, compresa la polizia di Londra, siamo costantemente alla ricerca delle migliori tecnologie che aiutino ad eliminare le minacce dei droni”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

D
droni
L
londra
T
traffico aereo

Articolo 1 di 5