Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

WEB

Yahoo, Verizon pronta a comprare tutte le attività

La telco Usa prepara un’offerta sia per le attività web sia per le quote di Yahoo Japan: le occorreranno almeno 16 miliardi di dollari. Ma ad aspirare a una “fetta” dell’azienda ci sarebbero anche Google, Time Inc. e fondi del private equity

08 Apr 2016

Patrizia Licata

Dopo aver fissato per l’18 aprile la data ultima per la presentazione delle proposte iniziali di acquisto per le sue attività web e gli asset asiatici, Yahoo! si prepara a ricevere le prime concrete proposte dei pretendenti interessati a rilevare il suo business: in pole position ci sarebbe Verizon Communications che, stando a quanto scrive l’agenzia di stampa Bloomberg, presenterà all’inizio della prossima settimana una prima offerta per le attività web del colosso di Internet californiano, con la possibilità di acquistare anche la quota di Yahoo Japan pur di convincere il top management di Sunnyvale ad accettare la proposta.

A puntare gli occhi su Yahoo! ci sono però anche altre società, a partire da Google che, sempre secondo Bloomberg, starebbe valutando un’offerta per il core business del gruppo di Sunnyvale.

Candidati in precedenza considerati papabili, ovvero At&t e Comcast, hanno invece deciso di non presentare offerte; pure Microsoft, che ha fallito nel suo tentativo di scalata ostile su Yahoo! nel 2008, non farà alcuna proposta.

Sta invece decidendo se farsi avanti il gruppo dei media Time Inc., mentre alcuni fondi di private equity, tra cui Bain e Tpg, potrebbero tentare un’offerta, sia separatamente che affiancando un acquirente strategico.

Verizon e la sua sussidiaria Aol starebbero lavorando con almeno tre società di consulenza finanziaria per l’offerta per Yahoo! e, sottolinea Bloomberg, assumere questa schiera di advisor è il segnale che la telco americana è determinata a mandare in porto la sua acquisizione di almeno una parte delle attività di Yahoo!.

Verizon, che ha un valore di mercato di circa 213 miliardi di dollari, potrebbe distribuire le azioni di Yahoo Japan ai suoi azionisti o rivenderle.

La Internet company, in crisi da mesi, punta probabilmente alla creazione di una rosa ristretta di 2-3 potenziali acquirenti e alla chiusura del deal entro l’estate, quando è prevista l’assemblea degli azionisti. Se possibile, il gruppo preferirebbe vendere in un colpo solo sia il core business sia la sua partecipazione (35,5%) in Yahoo Japan, del valore di circa 8,5 miliardi di dollari. Dato il valore dei due asset, occorre dunque un acquirente finanziariamente ben dotato; per questo candidati come Verizon e Google sono considerati più plausibili mentre le società del private equity avranno bisogno dell’appoggio di qualche partner.

Verizon valuta il core business di Yahoo! meno di 8 miliardi di dollari, secondo le fonti di Bloomberg. Re/code ha riportato che il gruppo di Sunnyvale si attende un calo del fatturato di almeno il 15% nel 2016 e una flessione degli utili di oltre il 20%. Nel caso in cui l’offerta di Verizon venisse accolta, la telco sostituirebbe l’attuale Ceo di Yahoo! Marissa Mayer con il Ceo di Aol Tim Armstrong e Marni Walden, executive vice president di Verizon, che gestirebbero la nuova società formata dall’unione di Yahoo! e Aol.

Articolo 1 di 3