Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

LA CRISI

Zynga, via il lead designer

Esce dalla company di social game anche Brian Reynolds, l’ultimo di una serie di top manager in fuga per la perdurante crisi. Aveva lavorato al design di Frontierville

30 Gen 2013

L.M.

Un’altro addio a Zynga. Se ne va Brian Reynolds, lead designer di giochi come Frontierville, Cityville 2 e fondatore dello studio di Baltimora della compagnia statunitense di social games.

La sua uscita di scena è stata confermata in un comunicato dal presidente del settore games di Zynga, Steve Chiang, che ha ricordato come il designer avesse “una lunga storia nell’industria dei giochi” e sia stato “un grande partner per i creativi” dell’azienda. In particolare Chiang lo ha ringraziato per la sua gestione dello studio di Baltimora e per il design e lo sviluppo di Frontierville.

Non è noto, al momento, il futuro lavorativo di Reynolds, che peraltro ha rifiutato ogni commento. Ma è solo uno dei tanti dirigenti in fuga dalla company guidata da Mark Pincus.

Tra gli ultimi in ordine di tempo ci sono il vicepresidente della Divisione Casual and Arcade Games, Roy Sehgal, e il group general manager, Steve Schreck, andati altrove agli inizi di ottobre. E intanto Pincus ha annunciato il taglio del 5% dei dipendenti.

Da tempo in crisi, Zynga ha visto peggiorare la situazione a fine novembre, quando ha firmato una “separazione di fatto” da Facebook, con il quale aveva stretto una partnership poi rivelatasi insoddisfacente.