IL REPORT

App finanziarie “contro” l’inflazione, italiani a caccia di sconti

La crisi economica spinge il ricorso alle applicazioni mobili che consentono una gestione “smart” delle proprie risorse. Un risparmiatore su cinque pronto ad adottarle. Focus su strumenti di budgeting e analytics. L’analisi di Revolut

21 Lug 2022

L. O.

Japan 4

Conti risparmio, tagli alle spese superflue, caccia a cashback e sconti. E’ questo il trend che sta prospettandosi tra gli italiani stretti da un’inflazione che ha già determinato il rincaro del 13% sulle bollette. Emerge dai dati presentati da Revolut secondo cui il 15% degli italiani afferma di utilizzare app finanziarie per tenere traccia delle spese e gestirle, il 28% pensa di volerle provare e 1 su 5 (il 21%) afferma di volerle provare se i benefici fossero tangibili.

Balzo dei prezzi: scatta la corsa al risparmio

Secondo Istat nel mese di giugno 2022 i prezzi al consumo hanno registrato un aumento dell’1,2% su base mensile e una crescita dell’8% su base annua. Inoltre si sta registrando una spesa per le bollette di luce e gas, nel secondo trimestre 2022, superiore del 13% rispetto allo stesso periodo del 2021.

Uno scenario che vede oltre la metà dei risparmiatori in cerca di soluzioni per risparmiare, secondo lo studio Revolut realizzato con la società Dynata. La crisi colpisce inoltre più le donne degli uomini: se il 21% degli intervistati dichiara un impatto consistente o completo della crisi, la percentuale sale al 26% tra le donne (rispetto al 18% degli uomini).

Via alla ricerca di cashback e sconti

Tra le contromisure più gettonate il taglio ad acquisti di oggetti non indispensabili (lo fa il 72% dei rispondenti), dei consumi di elettricità/gas/acqua (57%), e la ricerca di offerte di cashback e sconti (43%), comprare vestiti sempre più durevoli (29%) e usare più spesso i mezzi pubblici invece di guidare (21%). Quasi 1 italiano su 10 (9%) afferma inoltre di acquistare oggetti usati per contenere le spese. 

Ma emerge anche il ricorso alle app finanziarie. Il 15% degli intervistati afferma infatti di utilizzarle per tenere traccia delle spese e gestirle e il 28% pensa di volerle provare poiché ritiene che gli strumenti automatizzati e l’analisi possano essere di buon aiuto. 1 italiano su 5 (21%) afferma di essere curioso e di poter volerle provare se i benefici fossero tangibili.

Budgeting e analytics per monitorare le spese

In questo senso Revolut rilancia il proprio prodotto: “La super app Revolut – si legge in una nota – offre un’ampia gamma di prodotti finanziari che semplificano la vita delle persone: dalle carte Visa e Mastercard per pagamenti online, offline e contactless, agli strumenti di budgeting e analytics per monitorare le spese in tempo reale e gestire in modo efficace il proprio denaro”.

“Le carte possono essere bloccate e sbloccate in qualsiasi momento con un solo tocco – si legge nella nota – e ogni spesa è seguita da una notifica push. I clienti Revolut possono accedere a numerose offerte di cashback e sconti nelle categorie ristoranti, shopping, tecnologia, tramite la piattaforma Rewards, inviare e ricevere denaro in tempo reale e senza commissioni nascoste, dividere le spese con gli amici in pochi secondi e molto altro”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Aziende

R
Revolut

Approfondimenti

A
app finanziarie
I
inflazione

Articolo 1 di 5