Blockchain, la Lituania lancia la prima criptomoneta al mondo da collezione - CorCom

NUMISMATICA

Blockchain, la Lituania lancia la prima criptomoneta al mondo da collezione

Sarà dedicata alla dichiarazione di indipendenza del Paese. Debutto previsto per la prima metà del 2020. Sull’e-shop della Banca centrale a disposizione 24mila token

10 Dic 2019

L. O.

Un nuovo pezzo raro per la numismatica. La Lituania si prepara a lanciare (entro metà 2020) la prima criptomoneta al mondo da collezione. Lo ha annunciato la Banca centrale specificando che la moneta digitale sarà dedicata alla dichiarazione di indipendenza della nazione baltica del 1918.

L’e-shop della banca offrirà 24.000 token da collezione basati su tecnologia blockchain. Le monete non entreranno in circolazione e non avranno corso legale.

“Stiamo passando alla fase operativa del progetto – dice Egidijus Paleckis, responsabile del Digital Collector Coin Project, Banca della Lituania -. Abbiamo messo a punto soluzioni tecnologiche chiare e sappiamo già chi sarà responsabile della creazione della criptomoneta. Abbiamo adottato gli standard più creare un’innovazione unica nella numismatica”.

Digital coin da collezione: la strategia lituana

Il progetto consentirà alla banca di costruire la propria crediblità sul fronte digital coin, in linea con le strategie del Paese che punta a posizionarsi come hub di fintech per le startup.

WHITEPAPER
Le fasi del mining: stabilire un obiettivo e la criptovaluta. Scopri di più
Blockchain
Criptovalute

Il progetto era partito nel febbraio 2019 con l’avvio della procedura di appalto da parte della banca del Paese. Avevano partecipato le aziende di 5 Paesi – Lituania, Polonia, India e Singapore: il contratto è stato firmato con la società lituana iTree che dovrà creare i token digitali e la piattaforma di vendita utilizzando la tecnologia blockchain.

Particolare attenzione alla sicurezza: i token devono essere a prova di contraffazione, mentre la piattaforma per la vendita di token deve essere pronta a gestire traffico intenso ed essere protetta dagli attacchi informatici.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Link