FINTECH

N26 raccoglie oltre 100 milioni di dollari di nuovi capitali

La mobile bank tedesca estende il round di investimento Series D a 570 milioni. I fondi saranno utilizzati per accelerare lo sviluppo dell’offerta e rafforzare la presenza nei mercati in cui opera. E si punta anche allo sbarco in Brasile

05 Mag 2020

Domenico Aliperto

N26 estende il suo round di investimento Series D a 570 milioni di dollari, con un ulteriore aumento di oltre 100 milioni di dollari proveniente da tutti i principali investitori dell’azienda. Ad oggi, il gruppo ha raccolto circa 800 milioni, portando la sua valutazione a 3,5 miliardi di dollari, che ne fa una delle società Fintech con la più alta valutazione al mondo. I fondi – comunica l’azienda in una nota – verranno utilizzati per accelerare lo sviluppo dell’offerta e rafforzare la presenza nei mercati in cui opera.

L’estensione del round di investimento sottolinea il forte sostegno a lungo termine degli investitori di N26 nella sua vision e verso la sua ambizione di costruire una banca che il mondo ama usare. “In questi tempi turbolenti, il digital banking non è più una cosa del futuro, ma parte della realtà quotidiana”, commenta James Fitzgerald del fondo di venture capital di New York, Valar Ventures. “Oggi, con cinque milioni di clienti, N26 è solo all’inizio del suo viaggio per trasformare il modo di “fare banca” a livello globale. L’estensione del round di investimento aiuterà un’azienda già ben finanziata e di successo ad essere sempre più protagonista in un momento in cui le persone abbracciano il digital banking più che mai”. Nei prossimi mesi, N26 continuerà a investire per accrescere la sua presenza nei suoi 24 mercati europei e negli Stati Uniti. La Mobile Bank sta inoltre gettando le basi per il suo prossimo ingresso sul mercato sudamericano ed è in procinto di richiedere una licenza Fintech locale in Brasile.

L’emergenza coronavirus e il nuovo impulso al digital banking

FORUM PA 6- 11 luglio
Innovazione e trasformazione digitale per la resilienza. Scopri il nuovo FORUM PA digitale
CIO
Dematerializzazione

“L’adozione del digital banking sta accelerando in un momento in cui il mondo si sta adeguando a una nuova normalità”, afferma Valentin Stalf, co-fondatore e Ceo di N26. “Come una delle principali challenger bank al mondo, N26 è in prima fila in questo profondo cambiamento, guidando l’innovazione globale dall’Europa. In questo momento in cui gestire le proprie finanze da casa e’ più importante che mai, vogliamo essere sicuri che chiunque possa aprire un conto in pochi minuti, per esplorare la libertà e la sicurezza che il mobile banking offre”.

Con i cambiamenti nelle abitudini di spesa e i comportamenti tendenti al risparmio dovuti alla crisi da Covid-19, la mobile bank si aspetta un cambiamento a lungo termine nell’adozione del digital banking in generale. “L’ultimo mese ha già visto molte persone allontanarsi dai contanti e avvicinarsi a soluzioni di pagamento contactless, all’e-commerce e alla gestione delle proprie finanze da casa. Abbiamo anche constatato un’accelerazione senza precedenti nelle spese online tra i clienti di età superiore ai 65 anni, un segnale importante del fatto che il digital banking sta diventando sempre più rilevante per tutti. I nostri team di prodotto hanno risposto a questa necessità accelerando il lancio di nuove funzionalità sul mercato e continueranno a sviluppare prodotti ancora più innovativi per aiutare le persone a eseguire operazioni bancarie in modo continuativo e sicuro tramite i loro smartphone”, precisa Andrea Isola, General Manager di N26 Italia, alludendo al nuovo strumento di instant issuing, che consente ai clienti di aggiungere una versione digitale di una nuova carta al proprio portafoglio mobile per i pagamenti contactless, prima che arrivi quella fisica.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5