Poste, in forte crescita il business dei pagamenti mobili e digitali. La scommessa ora è su PostePay - CorCom

I RISULTATI

Poste, in forte crescita il business dei pagamenti mobili e digitali. La scommessa ora è su PostePay

Il settore registra ricavi a +11,4% e utile operativo a +9,2% nei primi 9 mesi 2018. In forte aumento anche il volume pacchi trainato dall’e-commerce. Del Fante: “Prevediamo di chiudere l’anno in linea con gli obiettivi individuati dal piano Deliver 2022”. Riflettori puntati sull’istituto di monetica che mira a diventare la più grande piattaforma di pagamenti digitali d’Italia

08 Nov 2018

Mila Fiordalisi

Direttore

In linea con gli obiettivi. Quelli del Piano Deliver 2022. Si possono sintetizzare così i risultati dei nove mesi 2018 di Poste Italiane. Il Gruppo ha registrato ricavi a per 7.951 milioni (+0.7% rispetto ai primi 9 mesi del 2017) e il terzo trimestre in particolare ha segnato un’impennata del 5,3% rispetto al corrispondente periodo di un anno fa chiudendo a 2.522 milioni. In crescita in tutti i settori operativi e al contempo – segnala l’azienda nell’annunciare i risultati – si registra una più ridotta dipendenza da plusvalenze. In decisivo aumento l’utile operativo che in 9 mesi è balzato del 28,3% attestandosi a 1,5 miliardi e nel terzo trimestre del 38,6% a quota 456 milioni. E l’utile netto ammonta a 1.056 milioni considerati i 9 mesi, pari a un balzo in avanti di 45,9 punti percentuali, e a 321 milioni nel terzo trimestre pari a una crescita del 50% anno su anno. “Poste Italiane ha continuato a crescere nel terzo trimestre e prevede di realizzare per il 2018 gli obiettivi individuati da Deliver 2022, il piano strategico quinquennale costruito sulla base di solidi fondamentali e alla luce dell’evoluzione delle esigenze dei clienti – sottolinea Matteo Del Fante, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Poste Italiane -. In linea con la visione strategica presentata nel corso del nostro Capital Markets Day a febbraio, tutti i settori operativi stanno contribuendo al miglioramento dei risultati operativi, grazie ad una crescita a basso rischio, una ridotta dipendenza dalle plusvalenze e ad una maggiore disciplina sul versante dei costi”.

In particolare Del Fante accende i riflettori sugli ottimi risultati delle attività innovative: “Il nostro settore operativo Pagamenti, Mobile e Digitale sta realizzando risultati visibili in un settore a rapida crescita come quello dei pagamenti digitali, grazie alla recente costituzione di un istituto di monetica e ad un’app integrata per i pagamenti digitali”, ha evidenziato l’AD.

In dettaglio, il settore Pagamenti, Mobile e Digitale ha registrato un incremento dei ricavi rispetto all’anno precedente del 13,2%, per il terzo trimestre del 2018 e dell’11,4% per i primi 9 mesi del 2018, grazie a un aumento del 25% dei ricavi da pagamenti con carte per il terzo trimestre del 2018 rispetto al corrispondente periodo dell’anno precedente. L’utile operativo del settore ha continuato a crescere, registrando un incremento del 12,5% nel terzo trimestre del 2018, rispetto al terzo trimestre del 2017, e di poco più del 9,2% per i primi 9 mesi del 2018, rispetto al corrispondente periodo del 2017.

Riguardo ai ricavi la crescitaè stata sostenuta dai ricavi da pagamenti con carte, in aumento del 25% nel terzo trimestre del 2018, grazie ad un aumento delle carte PostePay e ad un numero più elevato di operazioni sia nel canale fisico sia in quello digitale. I ricavi del settore delle telecomunicazioni sono cresciuti del 6% sia nel terzo trimestre del 2018 sia nei primi 9 mesi del 2018, nonostante l’intensificarsi della concorrenza.

Il recente lancio di PostePay Spa, l’istituto di monetica della Società, conferma l’obiettivo di Poste Italiane – si legge in una nota dell’azienda – di capitalizzare la propria posizione di leadership nell’ecosistema digitale dedicato ai consumatori.

WHITEPAPER
10 passi per gestire al meglio le spese di trasferta dei dipendenti
Pagamenti Digitali
Digital Payment

Da segnalare anche l’aumento del 17,2% del volume pacchi nel terzo trimestre del 2018 e del 9,2% nei primi 9 mesi del 2018, rispetto ai corrispondenti periodi del 2017, grazie al focus sull’e-commerce. I volumi B2C continuano a crescere, facendo registrare un rialzo del 24% nei primi 9 mesi del 2018 e del 29% nel terzo trimestre 2018.

Nell’ultimo trimestre – annuncia l’azienda – Poste continuerà ad essere impegnata nell’attuazione degli obiettivi delineati nel Piano quinquennale Deliver 2022, e proprio grazie alla nuova unità di business Pagamenti, Mobile e Digitale, “il Gruppo vuole diventare il principale ecosistema dei pagamenti in Italia, assicurando la convergenza tra pagamenti e mobile e tra canali fisici e digitali attraverso l’utilizzo degli asset esistenti, in termini di competenze, base clientela, network fisico e digitale”.

E con PostePay Spa “l’obiettivo è quello di essere la più grande piattaforma di pagamenti digitali che, in sinergia con la rete di distribuzione più capillare d’Italia, quella degli Uffici Postali, permetterà a Poste di consolidare il suo ruolo di motore di sviluppo e di innovazione per il Paese”. Oltre a essere un centro di competenza all’interno del gruppo, PostePay Spa – puntualizza sempre l’azienda – “intende intercettare e guidare il cambiamento delle abitudini dei consumatori e delle imprese con la creazione di nuovi canali, prodotti e servizi integrati, soprattutto nell’acquiring, nell’e-commerce e nei pagamenti mobili e digitali”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA