I RUMORS

Nexi balza in Borsa: possibile interesse del fondo Silver Lake

Anche Blackstone e Brookfield starebbero valutando il dossier, ma per ora non sono previste offerte imminenti. Intanto messo a segno un importante accordo con Payments Canada per rafforzare la resilienza del sistema di pagamento Lynx

Pubblicato il 03 Nov 2023

nexi

Balzo di Nexi in Piazza Affari alla luce di un possibile interesse da parte del fondo Silver Lake. Il titolo in mattinata ha guadagnato il 5,03% a 6,06 euro, al quinto rialzo consecutivo dopo lo scivolone dello scorso 27 ottobre. Il fondo Usa avrebbe incaricato Morgan Stanley di assisterlo nell’investimento, avviando contatti con il socio Hellman&Friedman, titolare del 19,9%.

A Nexi sarebbero interessati anche Blackstone e Brookfield, anche se per ora non sono previste offerte imminenti. Il gruppo attivo nelle transazioni digitali si prepara a presentare i conti trimestrali il prossimo 9 novembre, mentre corrono anche le rivali Worldline (+5,11% a 13,58 euro a Parigi) e Adyen (+2,4% a 682 euro ad Amsterdam).

Da tempo nel mirino dei fondi

Dell’ipotesi che Nexi fosse nel mirino dei fondi si parla da qualche tempo. A metà ottobre era circolata la voce che Cvc Capital Partners stesse iniziando a considerare una potenziale offerta per la società di pagamenti italiana, operazione però che era apparsa non semplice da portare avanti: la capitalizzazione in Borsa di Nexi è, infatti, di 7,6 miliardi di euro e, nel caso di offerta pubblica d’acquisto (Opa), ai soci andrebbe riconosciuto un premio che aumenterebbe il valore dell’operazione. Ma i fondi avevano iniziato ben prima ad analizzare Nexi, il cui titolo è sceso del 24% da inizio anno, e del 38% negli ultimi 12 mesi. Sulla performance, evidenziano gli analisti, pesano sia problematiche di carattere settoriale come lo sgonfiarsi della bolla tech, sia specifiche tematiche societarie come l’alto livello del debito che alla fine del terzo trimestre si attestava a 5,4 miliardi, pari a 3,2 volte l’ebitda.

WHITEPAPER
Banking&Insurance: inizia l’era dei servizi istantanei e customizzati. Rimani al passo
Contabilità
Controllo di gestione

Payments Canada si affida a Nexi Recs

Intanto Nexi è stata scelta da Payments Canada, organizzazione responsabile dell’infrastruttura di liquidazione e regolamento dei pagamenti in Canada, per rafforzare ulteriormente la resilienza di Lynx, il sistema di pagamento canadese ad alto valore. Basati sul modello di sistema di regolamento dei pagamenti lordo in tempo reale (Rtgs), i trasferimenti di denaro elettronici regolati tramite Lynx sono rapidi, irreversibili ed effettuati con un regolamento definitivo in tempo reale.

Incrementare la resilienza del sistema Lynx

Payments Canada utilizzerà quindi la soluzione Rtgs Extreme Contingency Solution (Recs) di Nexi, appositamente progettata per garantire l’affidabilità e la resilienza del sistema Lynx. Infatti, grazie a questa tecnologia, l’organizzazione sarà in grado di operare anche in caso di interruzioni o problemi improvvisi. La tecnologia Nexi Recs fornisce a Payments Canada un portale aggiuntivo, attivabile per fronteggiare situazioni di emergenza, come un attacco doloso, un guasto alla rete, un disastro casuale o accidentale. In presenza di simili eventi, la tecnologia garantirebbe all’organizzazione la fornitura continua di un servizio essenziale per l’economia del Paese, fino al ripristino della normale attività.

“La sicurezza e la solidità dei sistemi di pagamento canadesi sono la priorità assoluta di Payments Canada – ha dichiarato Shawn Van Raay, Chief Information Officer di Payments Canada – Questo progetto, completato in collaborazione con i nostri operatori di Lynx, con Bank of Canada e con i nostri partner tecnologici Ibm e Nexi, fornisce un ulteriore livello di resilienza per consentire che le nostre operazioni continuino sempre in modo sicuro e protetto”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articolo 1 di 5