Irideos avvia il cantiere di Avalon 3, il data center al 100% green - CorCom

L'ESPANSIONE

Irideos avvia il cantiere di Avalon 3, il data center al 100% green

La nuova struttura, presso il Campus di Milano, sarà operativa da luglio 2022. Con una capacità di 500 rack e 3,2 MW di potenza, potrà ospitare apparati o interi centri dati aziendali per attivare cloud pubblici o infrastrutture ibride

01 Ott 2021

Veronica Balocco

Cresce l’Avalon Campus di Milano, il più grande punto di interconnessione internet italiano: Irideos, il polo Ict italiano dedicato ad aziende e pubbliche amministrazioni, annuncia infatti la realizzazione del nuovo data center Avalon 3, una struttura che si propone come tecnologicamente all’avanguardia e sostenibile sotto il profilo ambientale. Il nuovo data center, disponibile a partire da luglio 2022, si estenderà su una superficie complessiva di oltre 3.500 m2 e avrà lo scopo di offrire ad aziende, operatori e alla Pa un accesso privilegiato al centro della rete internet italiana e a servizi digitali avanzati grazie al collegamento con le sale dell’Avalon Campus in via Caldera.

Meno di un anno da Avalon 2

Il progetto prende il via a meno di un anno dall’apertura del data center Avalon 2. Localizzato all’interno del Comune di Milano, nell’area a maggiore densità di data center e di fibra ottica, Avalon 3 è a poco più di 4 km dall’Avalon Campus in via Caldera, a cui è collegato con un grande numero di fibre ottiche su percorsi fisici differenziati. Grazie alla moderna architettura di interconnessione, in Avalon 3 i clienti potranno collegarsi con gli oltre 165 carrier, ott, cloud provider e piattaforme di content delivery già ospitate nelle altre sale dell’Avalon Campus, come se fossero in un’unica sala estesa. 

WHITEPAPER
Energia rinnovabile: il mercato e il panorama degli incentivi per l’eolico
Sviluppo Sostenibile
Utility/Energy

Con una capacità di 500 rack e 3,2 MW di potenza, potrà ospitare gli apparati o anche interi data center dei clienti, che qui potranno anche accedere ai cloud pubblici o costruire architetture cloud ibride per accelerare i propri processi di digitalizzazione. Si tratta di un polo iperconnesso che con Avalon 2 e con le sale di Avalon Campus in via Caldera costituisce un unico data center virtuale, esteso per circa 13.000 m2 con una capacità complessiva di oltre 2.600 rack.

Struttura ecosostenibile ed energeticamente efficiente

Avalon 3 è progettato secondo i più avanzati standard tecnologici e ai massimi livelli di continuità operativa, sicurezza e resilienza riconosciuti a livello internazionale (Rating 4 – Ansi/Tia, Tier IV – Uptime institute). Lo stesso edificio in cui sorgerà il data center è certificato secondo lo standard Leed Gold, che garantisce non solo la sostenibilità dal punto di vista del consumo energetico e idrico ma anche la qualità ecologica degli ambienti, delle risorse e dei materiali impiegati nel processo di realizzazione. Alimentato al 100% da energia rinnovabile, Avalon 3 è progettato per utilizzare anche risorse idriche per il raffreddamento delle sale in modo ecosostenibile. Un aspetto che contribuirà a mantenere l’efficienza energetica del data center a un Pue target di 1,3 nel pieno rispetto del Patto europeo per i “Climate neutral data center” a cui Irideos ha aderito.

“I data center e il cloud, pilastri della digital decade europea e al centro delle strategie del Pnrr italiano, sono cruciali per lo sviluppo dell’economia digitale. Abbiamo deciso di investire ancora nel potenziamento del nostro Avalon Campus realizzando un nuovo data center sostenibile e all’avanguardia, Avalon 3, che insieme ad Avalon 2 e agli spazi dell’Avalon Campus in via Caldera, costituisce un unico polo iperconnesso italiano, un’infrastruttura strategica a servizio della digitalizzazione delle aziende e delle pubbliche amministrazioni”, spiega Danilo Vivarelli, amministratore delegato di Irideos.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5