L’ANALISI

Automazione industriale, aumenta la complessità e per le pmi i costi si fanno proibitivi

Gli avanzamenti tecnologici permettono di implementare soluzioni sempre più sofisticate per gestire processi e attività con maggiore precisione e affidabilità. Ma ciò comporta anche ingenti investimenti iniziali in hardware, software e infrastrutture. E c’è da fare i conti anche con l’interoperabilità e la personalizzazione che possono prolungare i tempi e far lievitare ulteriormente le spese

Pubblicato il 21 Mar 2024

Screenshot 2024-03-21 alle 11.05.43

Nell’epoca dell’Industria 4.0, l’automazione industriale si presenta come una promessa di efficienza e produttività senza precedenti. Secondo il report “Dimensioni del mercato dei sistemi di automazione e controllo industriale” di Precedence Research, il mercato, che nel 2023 valeva 164,44 miliardi di dollari, è destinato a crescere fino a raggiungere i 369,1 miliardi entro il 2032. Questo espansione, con un tasso di crescita annuo composto del 9,40%, testimonia l’impulso innovativo che sta guidando il settore.

Un’innovazione spinta dall’Industria 4.0 e dall’IIoT

La crescente enfasi sull’ottimizzazione dei processi per efficienza, produttività ed efficienza dei costi viaggi di pari passo con l’innovazione tecnologica, spinta dall’avvento dell’Industria 4.0 e dell’Industrial Internet of Things (IIoT). I sistemi di automazione e controllo consentono questa ottimizzazione fornendo funzionalità di monitoraggio, analisi e controllo dei dati in tempo reale. Le industrie dei settori manifatturiero, petrolifero e del gas, dei servizi pubblici e dei trasporti sono sotto pressione per ridurre i costi operativi e migliorare l’efficienza. Le soluzioni di automazione contribuiscono a raggiungere questo obiettivo semplificando i meccanismi avanzati di monitoraggio e controllo che mitigano i rischi e migliorano la sicurezza sul posto di lavoro.

WEBINAR
18 Aprile 2024 - 12:00
Ridare valore ai prodotti e aumentare la reputation: scopri i vantaggi del Remanufacturing
Industria 4.0/5.0
Automazione industriale

Il rovescio della medaglia: costi considerevoli e complessità di integrazione

Tuttavia, questa medaglia ha il suo rovescio. L’adozione di tecnologie avanzate di automazione richiede investimenti considerevoli in hardware, software e infrastrutture. Per le piccole e medie imprese (pmi), queste spese iniziali possono rivelarsi proibitive, frenando l’entusiasmo verso l’innovazione e ponendo un limite alla competitività sul mercato. Inoltre, la complessità di integrazione delle nuove soluzioni nell’infrastruttura esistente rappresenta un’altra sfida significativa. Sistemi legacy e ambienti con apparecchiature eterogenee possono complicare notevolmente l’adozione di tecnologie di automazione, richiedendo personalizzazioni ampie e affrontando problemi di compatibilità e interoperabilità. Questi ostacoli non solo prolungano i tempi di implementazione ma possono anche aumentare ulteriormente i costi, mettendo le pmi in una posizione ancora più difficile.

Focus su sicurezza informatica e protezione dati

La sicurezza informatica emerge come un’altra preoccupazione centrale in un panorama sempre più digitalizzato e connesso. La protezione dei dati sensibili e delle infrastrutture critiche richiede investimenti continui in tecnologie e protocolli di sicurezza, aggiungendo un ulteriore strato di complessità e costi per le aziende di tutte le dimensioni.

Necessità di skill adeguate

Un’ulteriore sfida deriva dalla rapida evoluzione delle tecnologie di automazione stessa, che richiede una forza lavoro altamente specializzata in campi come la programmazione, l’analisi dei dati e la sicurezza informatica. La carenza di professionisti qualificati in questi settori complica ulteriormente la situazione, costringendo le aziende a investire in formazione e sviluppo del personale.

Nonostante queste difficoltà, l’automazione industriale offre opportunità senza precedenti per l’efficienza operativa, la riduzione dei costi e l’innovazione. La chiave per le pmi sarà trovare il giusto equilibrio tra i benefici a lungo termine dell’automazione e le sfide immediate legate ai costi e alla complessità di implementazione. Mentre il mercato continua a evolversi, la capacità delle aziende di navigare in questo panorama complesso determinerà i vincitori e i perdenti nell’era dell’automazione industriale.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articolo 1 di 5