Plume e l'assist alle telco: wi-fi "intelligente" per conquistare i consumatori - CorCom

IL PIANO

Plume e l’assist alle telco: wi-fi “intelligente” per conquistare i consumatori

Nuovo round per la startup della Silicon Valley il cui valore balza a 2,6 miliardi di dollari. Raccolti 300 milioni grazie all’investimento promosso dal Vision Fund 2 di SoftBank. In sei mesi a bordo 13 milioni di famiglie e 60 nuovi Communications Service Provider. Oltre 350 milioni i dispositivi gestiti

15 Ott 2021

Domenico Aliperto

Plume ha raccolto 300 milioni di dollari, grazie a un investimento promosso da SoftBank Vision Fund 2. Il nuovo round porta la valutazione dell’azienda specializzata in soluzioni per gli spazi intelligenti a 2,6 miliardi di dollari, con 697 milioni raccolti fino ad oggi. Grazie all’investimento, si legge in una nota, l’azienda continuerà a sostenere ricerca e sviluppo, vendite e marketing, nuove partnership e acquisizioni.

Negli ultimi due trimestri dal precedente round di investimenti azionari da parte di Insight Partners, Plume ha aggiunto più di 13 milioni di nuove famiglie, oltre 350 milioni di nuovi dispositivi gestiti alla sua piattaforma cloud globale e ha acquisito più di 60 nuovi clienti Communications Service Provider (Csp).

L’offerta di Plume per gli spazi intelligenti

La tecnologia che alimenta gli spazi intelligenti, come le case e le piccole imprese, ha registrato un’adozione di massa negli ultimi dieci anni, soprattutto negli ultimi due anni. SoftBank stima che ci saranno un trilione di dispositivi connessi entro il 2025, ma i Csp hanno faticato a ottimizzare e offrire esperienze eccezionali per il consumatore moderno. Plume risolve questo problema offrendo una suite di servizi basati sull’intelligenza artificiale e controllati dal cloud per i consumatori residenziali e le piccole imprese. Questi servizi includono Wi-Fi adattivo e auto-ottimizzante, controlli parentali e di accesso sicuri, sicurezza avanzata dei dispositivi, rilevamento del movimento e applicazioni back-end per Csp come strumenti di supporto predittivo e analisi di servizi e rete. La pipeline di dati di questi servizi e dispositivi connessi fornisce una visione unica della casa intelligente e delle piccole imprese.

WHITEPAPER
Quali sono gli step da seguire per effettuare la corretta progettazione di un ambiente VDI?
Sicurezza
Smart working

I clienti accedono alla piattaforma di Plume tramite OpenSync, il framework open source più supportato, da silicio a cloud per spazi intelligenti. Con OpenSync, i Csp possono separare le loro offerte di servizi dall’hardware e curare e fornire rapidamente nuovi servizi su un’architettura multi-vendor e piattaforma aperta. Gestiti da un piano di controllo cloud scalabile, i nuovi servizi possono spesso essere forniti senza nuove apparecchiature, riducendo la spesa in conto capitale ed estendendo la vita utile dell’infrastruttura esistente. Dalla sua creazione nel 2018, OpenSync è cresciuto fino a supportare più di 39 milioni di punti di accesso e switch su un’ampia gamma di piattaforme Sdk (Silicon Software Development Kit) e Cpe (Customer Premises Equipment) e ha attirato molti sviluppatori e collaboratori di terze parti.

La scelta strategica di SoftBank

“La pandemia ha notevolmente accelerato l’adozione dei servizi digitali, aumentando la nostra dipendenza dai dispositivi intelligenti”, ha affermato Nagraj Kashyap, Managing Partner di SoftBank Investment Advisers, che è entrato a far parte del Consiglio di amministrazione di Plume. “Attraverso la sua innovativa piattaforma di dati cloud, riteniamo che l’approccio consumer-first di Plume fornisca ai clienti una connettività affidabile nelle loro case e oltre”.

Attualmente, oltre 240 operatori di sistemi multipli via cavo, società di telecomunicazioni e operatori di accesso wireless fisso di tutte le dimensioni in tutto il mondo si affidano a Plume come veicolo principale per migliorare le revenue, aumentare la soddisfazione e la fidelizzazione dei clienti, accelerare la velocità del servizio e l’innovazione, ridurre le spese ed espandere la propria area di servizio oltre la propria impronta a banda larga.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Aziende

P
Plume
S
SoftBank

Approfondimenti

I
investimento
I
IoT
R
round
S
Smart home

Articolo 1 di 4